Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nelle faccende di chiesa

lenteUltima domenica con tutti i bambini del catechismo a Casciago, breve testimonianza di alcuni ragazzi che faranno la cresima sul loro ritiro alla Comunità Cenacolo a Casale Litta. Hanno incontrato persone in difficoltà che solo con l’amore di chi li ha accolte hanno potuto ricominciare a vivere. Con l’amore di Dio e del prossimo tutti possiamo “risorgere”. Gesù commosso piange davanti alla morte dell’amico Lazzaro, anche noi  non dobbiamo vergognarci di piangere, manifestiamo i nostri buoni sentimenti.

Un Concerto molto curato per la ricorrenza del primo anno del nostro battistero ha allietato la nostra domenica pomeriggio. La ricchezza della nostra comunità pastorale che ha riunito una settantina di cantori delle nostre quattro parrocchie, un canto preghiera molto coinvolgente concluso con l’inno del giubileo cantato anche dal popolo.

Prima di tutto un ringraziamento speciale al nostro Parroco che ha creduto e crede in questa bellissima opera d’arte, il battistero da dove nasce la nostra vita cristiana e una considerazione personale sulla “provvidenza”. Abbiamo veramente raccolto tantissimi soldi, è vero ne mancano…ma a vista d’occhio il debito diminuisce di settimana in settimana…le opere di Dio!!!

Si è conclusa la quarta tappa della Via Crucis in Duomo con il Vicario Generale con un invito a vedere la Gloria di Dio che riempie il cielo e la terra contro le persone che pensano che il sepolcro sia la conclusione ineluttabile e la vittoria indiscutibile della morte. Il richiamo a non soccombere a chi si prende gioco di noi, coprendoci di ridicolo per la nostra speranza affidata ad un uomo che è già morto. Abbiamo fatto errori, mettiamo nel conto anche le sconfitte, ma abbiamo dentro una forza, un fuoco, un ardore che non si spegne, perché la nostra gioia è stare con Gesù vivo e siamo vivi, vivi della vita di Dio.

Sabato scorso Papa Francesco all’udienza giubilare ha parlato dell’amore come servizio concreto che rendiamo gli uni agli altri, l’amore non sono parole, sono opere e servizio, un servizio umile fatto nel silenzio e nel nascondimento. Esso comporta mettere a disposizione i doni che lo Spirito Santo ci ha elargito, perché la comunità possa crescere. Non dimentichiamo che lavando i piedi dei discepoli e chiedendo loro di fare altrettanto Gesù ci ha invitato a confessare a vicenda le nostre mancanze e a pregare gli uni per gli altri per saperci perdonare di cuore.

Domenica all’Angelus Papa Francesco ha donato il vangelo di Luca tascabile, come ha fatto anche il nostro Parroco nella nostra comunità, l’evangelista Luca riporta le parole di Gesù “Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro” da cui è tratto il tema di questo anno giubilare. Ci ha invitato a imparare a memoria le sette opere di misericordia corporale e le sette opere di misericordia spirituale, così sarà più facile metterle in pratica.

All’udienza del mercoledì di questa settimana il Papa richiamando il Profeta Geremia ci ha esortato a non cedere alla disperazione. “…anche noi possiamo vivere a volte una sorta di esilio, quando la solitudine, la sofferenza, la morte ci fanno pensare di essere stati abbandonati da Dio…bisogna continuare ad essere sicuri che il bene vince il male e che il Signore asciugherà ogni lacrima e ci libererà da ogni paura…”.

Stefania