Loading…

Calendario Proposte

Cliccando sul pulsante è possibile consultare il calendario delle proposte del mese di ottobre

Calendario

Sulla tua Parola vogliamo essere Chiesa in uscita

Ottobre missionario 2019 - tre incontri: giovedì 10, 17 e 24 presso il salone dell'oratorio di Casciago

Info

Giornata di spiritualità in Avvento

Sabato 23 novembre 2019

Info
  • 0
  • 1
  • 2

Capire: un Dio che anticipa (dopo l’Ascensione)

La tentazione di “tornare indietro”, di riprendere a fare ciò che si faceva prima, segna spesso il cammino dell’uomo; così ai discepoli, dopo la resurrezione, l’ascensione di Gesù al cielo non solo ricorda la “destinazione” (il Padre) ma anche il “cambiamento” (“io in loro”) ormai irreversibile.

Si, non si può tornare indietro: occorre guardare avanti ed accogliere la “novità” della relazione con il Signore Gesù, che trasforma la vita dell’uomo e ci insegna ad orientare i nostri passi verso la comunione con il Padre. Per questo ci è necessaria la presenza dello Spirito Santo; anche noi, come i discepoli, abbiamo bisogno di prendere le distanze da chi “abbiamo conosciuto” e metterci in ascolto dello “Spirito della verità”.

Solo chi sa “guardare oltre”, come Gesù e come Stefano, è capace di orientare gli altri, di “fare la verità”, di lasciare da parte opportunismi e vantaggi e di “portarsi oltre” … perché “venga il suo regno” e “perché l’amore con cui mi hai amato sia in essi e io in loro”!

Che il Signore ci conceda di seguirlo e di metterci in ascolto dello Spirito Santo, così da essere capaci di “guardare oltre” … e di orientare con saggezza i nostri passi.

Domenica Domenica dopo l’Ascensione – 7ª domenica di Pasqua – 7/8 maggio
1.a lettura Atti degli apostoli 7, 46-57: Ma egli, pieno di Spirito Santo, fissando il cielo, vide la gloria di Dio e Gesù che stava alla destra di Dio.
2.a lettura Efesini 1, 17-23: Il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una profonda conoscenza di lui, illumini gli occhi del vostro cuore per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati.
Vangelo Giovanni 17, 1b e 20-26: “Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato”.