Loading…

Quaresima 2018

Clicca sul pulsante per scaricare il pieghevole con le indicazioni per la Quaresima.

Foglio Quaresima

Esercizi spirituali nella vita corrente

dal 26 febbraio al 2 marzo 2018 - ore 15.30 Morosolo - ore 20.45 Barasso

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

C'è timbro e timbro

TimbroManca il timbro!! A volte capita che una pratica,un certificato o un documento rimangano arenati su una scrivania in attesa di un “semplice” timbro, quel lascia-passare affinché  la procedura si possa avviare.
Occorre un timbro per rendere valido un certificato di battesimo per nascere a vita nuova o un atto di matrimonio per attestarne la indissolubilità e fedeltà  o per consacrarsi a Dio, diventando curatori di anime o, ancora, su un passaporto per poter passare il confine.

Secondo le regole di questo mondo basta un “semplice” timbro affinché si diventi figli di Dio o ci si consacri nella vita matrimoniale o sacerdotale oppure non si veda sfumato o cancellato un viaggio tanto desiderato o il cammino di un pellegrinaggio.  Semplicemente un timbro …

Ma, esiste un Altro mondo, dove non si nasce a vita nuova e non ci si consacra a Dio  per un timbro su un certificato ed è il mondo incredibile che più di ogni altro l’evangelista Giovanni ci dona: “Ho fatto conoscere il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me ed essi hanno osservato la tua parola. Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro; essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.

Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che mi hai dato, perché sono tuoi. Tutte le cose mie sono tue e tutte le cose tue sono mie, e io sono glorificato in loro. Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te. Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi. Non chiedo che tu li tolga dal mondo, ma che li custodisca dal maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità.

Come tu mi hai mandato nel mondo, anch’io li ho mandati nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità. Non prego solo per questi, ma anche per quelli che per la loro parola crederanno in me; perché tutti siano una sola cosa. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell’unità e il mondo sappia che tu mi hai mandato e li hai amati come hai amato me. Perché l’amore con il quale mi hai amato sia in essi e io in loro”.

E’ con queste parole che Gesù pregò il Padre per noi ed è solamente questo il timbro che ci consacra a Lui e non quello che ha segnato un foglio di carta chiuso in un cassetto e che con il tempo rischia di svanire per sparire nel buio per sempre …“per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità”.

Alessandra