Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Salvati per una alleanza "nuova" (6ª dopo Pentecoste)

Ogni “patto” è momento di “legame” e di “prospettiva”. Può quindi essere utile anche a noi, in questi tempi in cui gli uomini sembrano rifuggire “legami” e “prospettive” comuni, riflettere sull’alleanza “nuova”, di cui Gesù è il segno, il testimone e il vincolo.

Perché la nuova alleanza fra Dio e l’uomo non lascia dubbi sul fatto che il Signore non si tira indietro, non rinuncia a “dare sé stesso”. Non mancano, agli uomini, le occasioni per dubitare di Dio; può allora aprirci gli occhi riconoscere che anche a Gesù non sono state riservate condizioni “di favore” …

Se la via della vita, tracciata dalla prima alleanza, non poneva condizioni eccessive, con le “dieci parole” (anche se la realtà ci dice quanto sia difficile rispettarle!) la “nuova” alleanza, che fa riferimento a Gesù, ci toglie subito l’alibi della strada semplice e facile: ma ci conforta, nel cammino, la certezza dell’amore di Dio per l’uomo.

La “nuova” alleanza non ci garantisce la gloria, o il successo, o che le cose ci andranno bene; ci garantisce l’amore di Dio, che da “vita”, che colora la realtà, i volti e le persone che ci circondano.

E non è certo un caso che entrambe le alleanze sono state fatte su un monte: ogni patto ci chiede di guardare in alto e in avanti. La prospettiva è fondamentale; ed è questa che, forse, dobbiamo recuperare, nelle piccole e nelle grandi decisioni della vita.

Buon cammino!

Domenica 6ª domenica dopo Pentecoste – 25/26 giugno
1.a lettura Esodo 24, 3-18: Tutto il popolo rispose a un sola voce dicendo>: “Tutti i comandamenti che il Signore ha dato, noi li eseguiremo!”.
2.a lettura Ebrei 8, 6-13a: Gesù ha avuto un ministero tanto più eccellente quanto migliore è l’alleanza di cui è mediatore.
Vangelo Giovanni 19, 30-35: Dopo aver preso l’aceto, Gesù disse: “E’ compiuto!” E, chinato il capo, consegnò lo spirito.