Loading…

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

"La Santità in Zelia e Luigi Martin": se parlassero oggi alle coppie?

Domenica 17 febbraio chiesa santa Teresa (Bustecche) ore 15.00

Locandina

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Quando nell’acqua succede qualcosa

puntina

Così un papà e una mamma scrivono al loro bambino, entrato nel fonte battesimale. Richiesto loro di rendere pubblico il pensiero, eccolo:

Sono così felice del tuo battesimo …

Non so se un giorno approverai o vedrai la vita in modo diverso ma, sappi che per me, oggi, immergerti nell’acqua è stato come inciderti sulla pelle il sorriso del Signore.

O mio bambino…

Che tu sia libero, libero di pensare e di ballare sul filo delicato dell’equilibrio, sapendo quando esagerare e quando frenare.

Che tu non abbia mai paura e che impari a pregare perchè il Signore ti conceda il coraggio di affrontare i flutti della tempesta, senza mai chinare il capo a terra.

Che tu abbia la Fede, vacillante come la mia o potente come quella dei Santi. Perché tu possa avere un dubbio nel cuore, una nostalgia che ti costringa a tenere gli occhi sulle stelle, sul cielo e sui sogni, perché, ora più che mai, con tutto il bene che ti voglio, sono certo che questa vita e questo mondo non possano finire così, con un ultimo respiro e basta.

Che tu sia testardo e che, anche quando tutti ti diranno che è finita e non c’è più niente da fare, tu ti possa ricordare che sei cristiano e perciò libero e coraggioso e che, quindi, l’ultima parola sarà sempre la tua.

E se poi non riuscirai a credere, ricordati almeno che, o un ammasso di sinapsi o un alito di vita divina, il nostro spirito non è stato fatto per starsene chiuso ma è stato creato per creare e non lasciarti ingannare dalla tentazione di farlo tacere e volgere gli occhi in basso: dove non arriveranno le tue gambe ti porterà la tua fantasia.

Tua mamma e Tuo papà