Loading…

Avvento 2018

Proposte per l'Avvento 2018

Programma

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Nelle faccende di chiesa

lenteE’ terminata settimana scorsa l’esperienza dell’oratorio estivo con una grande festa, genitori, amici, animatori, ragazzi e bambini. Canti, balli, scenette. Un grande ringraziamento di Don Giuseppe a tutti, dai bambini agli educatori e animatori, ma anche alle tante persone che  “dietro i riflettori” hanno dato una mano. Da mamma anche il mio ringraziamento per Don Giuseppe, Suor Emma e Don Norberto. Una bellissima esperienza di fede vissuta e di vita aperta agli altri.

Questa settimana sono partiti con Don Giuseppe alcuni nostri adolescenti per una piccola esperienza di volontariato al Sermig e al Cottolengo di Torino, un’altra occasione di servizio in questo anno della misericordia!

Il messaggio di Don Norberto domenica scorsa nella sua omelia ci ha dato un respiro più ampio: Dio donandoci la vita ci ha dato una grande libertà, noi la domenica lo lodiamo partecipando alla santa messa. A Casciago Don Giuseppe ha salutato gli amici della Sicilia, che dopo una settimana vissuta nelle nostre famiglie sono ripartiti per il quartiere Zen Di Palermo. Uno scambio di esperienze utili ad entrambi.

Durante i funerali di un giovane presbitero e docente scomparso il 7 luglio, presieduti in Seminario a Venegono  Mons. Delpini ci ha lasciato queste parole “…la morte improvvisa di don Renato è come un terremoto che scuote la nostra terra assopita dall’abitudine e ci impegna a un apprezzamento più intenso della vita perché nessuna occasione sia perduta. È come se don Renato, sottratto troppo presto alla convivenza abituale, ci invitasse a penetrare con sguardo più acuto e intelligente la nostra vita quotidiana e, unito al Risorto, invocasse anche per noi che le nostre vite siano vissute all’altezza della nostra vocazione…”

Durante l’Angelus di domenica scorsa Papa Francesco commentando il Vangelo del buon samaritano ci ha detto “…Fate opere  buone, non solo dire parole che vanno al vento. Mi viene in mente quella canzone: “Parole, parole, parole”. No. Fare, fare.  Mediante le opere buone che compiamo con amore e con gioia verso il prossimo, la nostra fede germoglia e porta frutto. Domandiamoci: la nostra fede è feconda? La nostra fede produce opere buone? Oppure è piuttosto sterile, e quindi più morta che viva? Mi faccio prossimo o semplicemente passo accanto? Sono di quelli che selezionano la gente secondo il proprio piacere? Queste domande è bene farcele e farcele spesso, perché alla fine saremo giudicati sulle opere di misericordia. Il Signore potrà dirci: Ma tu, ti ricordi quella volta sulla strada da Gerusalemme a Gerico? Quell’uomo mezzo morto ero io. Ti ricordi? Quel bambino affamato ero io. Ti ricordi? Quel migrante che tanti vogliono cacciare via ero io. Quei nonni soli, abbandonati nelle case di riposo, ero io. Quell’ammalato solo in ospedale, che nessuno va a trovare, ero io.  Ci aiuti la Vergine Maria a camminare sulla via dell’amore, amore generoso verso gli altri, la via del buon samaritano. Ci aiuti a vivere il comandamento principale che Cristo ci ha lasciato. E’ questa la strada per entrare nella vita eterna…”

“…Le vacanze sono un momento per riposarsi, ma anche per rigenerarsi nello Spirito, specialmente leggendo con più calma il Vangelo…” Una bella frase del Papa che ci invita a terminare la nostra lettura del Vangelo di Luca, Vangelo della misericordia che ci ha proposto il nostro Parroco in questo anno!

Stefania