Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nessun resoconto!

puntinaForse manca la voglia di andare (prima o poi) e di ritornare (prima o poi) alla fonte, a quel Nazaret, a quella Gerusalemme (le città dell’inizio e della fine) e a quello che ci sta in mezzo e che sappiamo dai vangeli.  Non voglio dire che solo il pellegrino in Terra Santa raggiunga la santità: se bastasse questo! Dico solo che senza un tale desiderio molte altre mete, più belle e legittime, potranno essere preferite!

Ci sarebbe il problema dei soldi: bene, si inizierebbe e raccogliere un euro alla volta; ci potrebbero essere pericoli: bene, ma il pericolo è ovunque e la storia ci racconta ciò che vivevano i pellegrini. E se invece fosse assente il desidero di andare sui passi di Gesù? Se non venisse neppure in mente che, prima o poi, dovrei proprio andarci?

Tra l’altro là i cristiani sono “l’un per cento” rispetto alla popolazione ebraica e mussulmana: comunità che custodiscono luoghi e sono comunque una presenza silenziosa ed evangelica (interessante la chiacchierata  con il Patriarca Pizzaballa).

Forse un difetto lo riconosco e lo ammetto anche io: non accendere il desiderio affinché giovani, famiglie (perchè no), adulti un giorno possano andare là (e magari ritornarci), sulle rive di quel lago, in quella grotta, su quel monte, in quella basifica, in quel sepolcro, tra quell’aria, quel sole, quella polvere. Chissà!

Mi piacerebbe che succedesse così senza documentare ora nulla con foto o con un accattivante resoconto per i motivi detti sopra. E se fosse questa la strada: ripartire da là? Chissà…

don Norberto