Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Con sandali in Terra Santa

puntinarossaGesù, quando cominciò il suo ministero, aveva circa trent’anni …” e “Passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme”.Quanta strada hanno fatto quei sandali,  dalla Galilea alla Giudea, passando per città e villaggi predicando, parlando in parabole, annunziando ovunque la buona novella e guarendo i malati, entrando nelle case e nelle sinagoghe, attraversando campi di grano, attraversando il lago o, quando, pieno di Spirito Santo si allontanò dal Giordano e guidato dallo Spirito nel deserto: un lungo cammino in circa tre anni “solo” per annunciare la buona notizia del regno di Dio.

Camminava tra le folle ma in solitudine e in comunione con il Padre, con la necessità di rifugiarsi in un luogo isolato a pregare o di salire sul monte, è come se il Figlio non potesse compiere un passo senza sentire la guida del Padre e così che scelse i Dodici: “In quei giorni egli se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli”.

Un’unione e un amore che lo legava al Padre in modo incredibile, che lo ha guidato in pieno abbandono fino al monte degli Ulivi quando: “Uscì e andò, come al solito, al monte degli Ulivi; anche i discepoli lo seguirono. Giunto sul luogo, disse loro: ‘Pregate, per non entrare in tentazione’. Poi si allontanò da loro circa un tiro di sasso, cadde in ginocchio e pregava ….”.

Un amore che solo Lui poteva comprendere, soltanto Lui, sin dall’inizio quando: “Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era su di lui”. Ed egli rispose loro: “Perché mi cercavate? Non sapete che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?” Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.

E così è stato fino alla fine, quando lasciò i suoi “sandali” ai piedi della croce: “Gesù, gridando a gran voce, disse: ‘Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito’. Detto questo spirò”.

 “Io sono la via, la verità e la vite. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto”.

 Che la polvere di quei “sandali” non resti vana!!

“Questa è la vita eterna: che conoscano te, l’unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l’opera che mi hai dato da fare”.

Una pellegrina

Un contributo dopo la “puntina del prete” che fa parte del “resoconto non resoconto”!
dN