Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Fatte tutte le feste!

puntina1Prima di riprendere le attività, dopo la pausa estiva, una parola sulle feste patronali che si svolgono durante l’estate.Si inizia con la prima domenica di luglio alla parrocchia di Luvinate  in onore dei santi Ippolito e Cassiano. Festa semplice che si sviluppa all’interno di una settimana, accogliendo in essa il torneo di calcio in memoria di Luca. Nel complesso tutto si svolge bene anche, se alcune proposte, non sono molto partecipate, forse perchè diversi sono, durante l’anno, i momenti di aggregazione organizzati dal Comune e dalla Pro loco.Abbiamo dato a mons. Stucchi, già vicario della zona di Varese, il compito di presiedere la celebrazione festiva. Quest’anno visibile è stata la presenza di ragazzi richiedenti asilo che ospitiamo in parrocchia o che abitano in paese.

La seconda festa è quella di sant’Eusebio che coinvolge Casciago ma non solo. Ha una sua particolarità data da segni che si sono consolidati nel tempo (fiaccolata, accensione pallone, messe nella mattinata, bancarelle e fuochi…). Il 1 di agosto segna tra l’altro l’anniversario di nascita della comunità pastorale:  quest’anno nel ventesimo di vita abbiamo invitato a presiedere la celebrazione mons. Agnesi, vicario della zona di Varese. Una festa che attira molte persone e che è condizionata dalla meteorologia: il cielo ce l’ha fatta buona!

La settimana di ferragosto si vive la festa  nella parrocchia di Barasso, anche se comunità è dedicata a è san Martino. Festa familiare con chi rimane a casa ad agosto e che sa coinvolgere anche altri della comunità pastorale come si è fatto con i due pullman al santuario della Caravina, la visita a casa Fogazzaro con il passaggio in Canton Ticino; ma anche la messa celebrata nelle grotte del Remeron, richiama diverse persone, ragazzi compresi.

Infine la sagra settembrina, così chiamata, a Morosolo la seconda domenica dello stesso mese. Spesso il freddo o il maltempo condiziona l’andamento della stessa. Quest’anno c’è stato il tempo giusto, la temperatura adeguata per  accogliere coloro che vengono per stare  attorno ad un buon piatto di risotto o per i momenti di cena. Mancanti in chiesa le famiglie con i loro ragazzi e i pellegrini per andare al santuario della Madonna del Bosco in Brianza, dovuto forse al giorno feriale e all’inizio della scuola. Simpatica giornata vissuta insieme a suo Eleonora che ridiede a pochi minuti da quel santuario. Abbiamo sopperito all’assenza di suor Beniamina, trasferita a Genova, con una lunga telefonata. Importante la serata in cui accogliere ufficialmente la cooperativa “Il Millepiedi” ormai stabile nelle strutture parrocchiali.

In tutte e quattro le circostanze molte persone  si sono impegnate, creando diverse occasioni di vita insieme: a tutti un sincero ringraziamento! Grazie a queste feste e al lavoro dei parrocchiani, si raccolgono fondi necessari alla vita della comunità.

Abbiamo dato a tutte le festività (tranne che alla particolare festa di sant’Eusebio) lo spazio di una settimana con momenti spirituali ma non solo. Ci piacerebbe precisare sempre di più il senso della festa in una comunità cristiana, con i tempi di oggi.

Che il grappolo di santi, raffigurati nel nostro battistero, ci proteggano.

don Norberto