Loading…

06/06/2018 - Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale

Programma

QUATTRO MARTEDI' nel tempo di pasqua

PRIMO INCONTRO -Martedì 10 aprile 2018 ore 21.00 - Guida don Giuseppe -Oratorio di Luvinate

Info

Pellegrinaggio a Lourdes con i malati UNITALSI

IN PULMAN 23 - 29 maggio 2018 / IN AEREO 24 - 28 maggio 2018

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Nelle faccende di chiesa

lenteUna grazia per la nostra comunità avere ancora l’aiuto di Don Luca tornato da Parigi (ndr. don Stefano andrà a svolgere il servizio domenicale in un’altra parrocchia). L’omelia di domenica mattina incentrata sull’eucarestia, Gesù pane di vita, don Luca l’ha calata nel quotidiano facendo un riferimento al nostro rapporto con il cibo che può essere conciliante o conflittuale. Gesù è il nostro pane della vita, noi siamo invitati al banchetto, lui si fa pane per offrirsi completamente a noi. Nutrendoci di Lui non abbiamo più bisogno di altro, siamo sazi. Mentre facevo la spesa all’Esselunga questa settimana e guardavo il mio carrello riempirsi di cibi “inutili” ho pensato molto a queste parole. Spero di poter con il tempo migliorare il mio rapporto con il cibo…forse un po’ conflittuale!

Abbiamo vissuto una bella serata in allegria domenica scorsa con la comunità rivedendo le foto e i video della vacanza estiva in montagna dei nostri ragazzi. Un grazie sentito ai giovani educatori che hanno preparato tutto con molta cura!

Il Cardinal Scola domenica scorsa per l’apertura del nuovo anno oratoriano nella nostra Diocesi ci ha invitato ad ascoltare con attenzione quel desiderio di essere felici che ognuno ha nel cuore, il motto nel prossimo anno pastorale sarà “Scegli il bene”, farà da guida il passo del vangelo dell’incontro tra Gesù e un giovane, in cui le tante ricchezze materiali non avevano spento il desiderio di pienezza. Scegli il bene è l’invito che Gesù ci rivolge, ma per far ciò è importante imparare a scegliere il bene, facendosi aiutare dalla comunità dell’oratorio a tenere fisso lo sguardo su Gesù, allontanando quanto ci distrae dal progetto di bene che egli ha per noi.

Queste parole ha rivolto l’Arcivescovo ai sacerdoti anziani e malati incontrati  nel Santuario di Santa Maria al Fonte “ Voi ci testimoniate che anche oggi questo è il cuore della vostra vita, in un modo più profondo rispetto alla stagione precedente del vostro ministero. Voi continuate ora a servire la Chiesa anche con gli acciacchi dell’età e nella malattia “.

Il Cardinal Scola ha inaugurato lo scorso 21 settembre a Parabiago la Comunità seminaristica per adolescenti che ha come obiettivo,  quello di “rispondere alla richiesta degli adolescenti di verificare la loro inclinazione alla vocazione presbiterale”.

Papa Francesco domenica scorsa durante il giubileo dei catechisti ha chiesto di “… non stancarci di mettere al primo posto l’annuncio principale della fede: il Signore è risorto. Non ci sono contenuti più importanti, nulla è più solido e attuale. Ogni contenuto della fede diventa bello se resta collegato a questo centro, se è attraversato dall’annuncio pasquale. Invece, se si isola, perde senso e forza. Siamo chiamati sempre a vivere e annunciare la novità dell’amore del Signore:  Gesù ti ama veramente, così come sei. Fagli posto: nonostante le delusioni e le ferite della vita, lasciagli la possibilità di amarti. Non ti deluderà…È amando che si annuncia Dio-Amore: non a forza di convincere, mai imponendo la verità, nemmeno irrigidendosi attorno a qualche obbligo religioso o morale. Dio si annuncia incontrando le persone, con attenzione alla loro storia e al loro cammino. Perché il Signore non è un’idea, ma una Persona viva: il suo messaggio passa con la testimonianza semplice e vera, con l’ascolto e l’accoglienza, con la gioia che si irradia. Non si parla bene di Gesù quando si è tristi; nemmeno si trasmette la bellezza di Dio solo facendo belle prediche. Il Dio della speranza si annuncia vivendo nell’oggi il Vangelo della carità, senza paura di testimoniarlo anche con forme nuove di annuncio…”.

Stefania