Loading…

Preghiera per padre Maccalli

Mercoledì 26 settembre alle ore 20:45, preghiera per Padre Maccalli, nella cappella dell'oratorio di Casciago

Read more

Iniziamo... insieme!

Anno oratoriano 2018-2019 - Festa della Comunità dal 27 al 30 settembre 2018

Programma

Proiezione film: Maria Maddalena

Giovedì 27 settembre 2018 ore 21.00 - Oratorio di Casciago

Locandina

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nelle faccende di chiesa

lenteContinua la preparazione del Consiglio pastorale in vista della “Convocazione in assemblea” del prossimo 6 novembre. Un bel momento in cui Don Giuseppe ci ha fatto lavorare!!! Ci siamo confrontati con la lettera pastorale del Cardinal Martini “Ripartiamo da Dio”. E’ stata una bella occasione per conoscerci meglio e approfondire la nostra fede.Domenica pomeriggio abbiamo incontrato tanti genitori dei bambini che inizieranno il secondo anno del nuovo catechismo. Una semplice celebrazione molto partecipata, con la consegna ai bambini del Vangelo che inizieranno a sfogliare e conoscere.

Nel decanato di Varese è iniziato anche il corso delle catechiste in preparazione al terzo anno del nuovo catechismo.  Camminare con il Vescovo, con la Diocesi e il Decanato ci fa sentire parte della Chiesa Universale e scoprire ogni giorno la bellezza di essere figli dello stesso Padre.

Il Cardinal Scola durante l’omelia di domenica scorsa e facendo riferimento alla generosità della vedova di Sarepta, narrata nel I Libro dei Re, ha rivolto ai fedeli questa domanda “Quale è il motivo per cui ella compie questa scelta gratuita? Per il peso di Dio nella sua esistenza. Chiediamoci, oggi, quale è questo peso nella nostra vita” “Dio, in Gesù Cristo e attraverso la Chiesa e la Madonna – specie in questo mese del Rosario –, è presente in qualche momento della giornata o è dimenticato per tutta la settimana? Portare nel quotidiano, vivendo relazioni di fraternità cristiana, pensando il lavoro, il riposo, il dolore fisico e morale, la giustizia, la costruzione di vita buona, a partire da come Gesù pensava”, è la via per superare le difficoltà, suggerisce l’Arcivescovo.

Durante la veglia dell’8 ottobre a San Pietro il Papa ha fatto riferimento alla preghiera del rosario, ricordo mia nonna che non mancava mai di recitarlo ogni giorno, me lo ha lasciato in eredità…”La preghiera del rosario non ci allontana dalle preoccupazioni della vita, al contrario, ci chiede di incarnarci nella storia di tutti i giorni per saper cogliere i segni della presenza di Cristo in mezzo a noi. Maria ci permette di comprendere che cosa significa essere discepoli di Cristo. Ha obbedito all’annuncio dell’Angelo, ha aperto il suo cuore per accogliere il mistero della maternità divina, è diventata memoria vivente dei segni compiuti dal Figlio di Dio per suscitare la nostra fede.”Quando recito le mie preghiere il mio pensiero è sempre rivolto a Maria, modello per tutte le madri del mondo. Mi conforta sempre tanto la Sua presenza!

Il 9 ottobre a San Pietro durante il giubileo mariano ci è stata proposta Maria come modello a cui guardare, la nostra Madre. Lei dopo aver ricevuto l’annuncio dell’Angelo, lasciò sgorgare dal suo cuore un canto di lode e di ringraziamento a Dio “L’anima mia magnifica il Signore”. Chiediamo alla Madonna, ci ha detto il Papa, di aiutarci a comprendere che tutto è dono di Dio e a saper ringraziare. Solo colui che sa ringraziare, sperimenta la pienezza della gioia.

All’udienza generale del mercoledì il Papa ci ha chiesto di imparare a memoria le opere di misericordia corporale e spirituale e di chiedere al Signore di aiutarci a metterle in pratica ogni giorno e nel momento nel quale vediamo Gesù in una persona che è nel bisogno.

Stefania