Loading…

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

"La Santità in Zelia e Luigi Martin": se parlassero oggi alle coppie?

Domenica 17 febbraio chiesa santa Teresa (Bustecche) ore 15.00

Locandina

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Succede in lavatrice

IMG_0152LO SPIRITO DELLE COSE
Avevo un maglione, un bellissimo maglione … avevo, appunto!! Era bellissimo, per me, era di lana, caldo, mi coccolava difendendomi dal freddo da tanti anni, era morbido al tatto e rigorosamente blu.
Dico rigorosamente, perché il blu è il colore che mi cattura da sempre, credo che mi piaccia da quando l’hanno ‘inventato’. Se potessi dare un colore alla vita la tingerei di blu.Non so come sia potuto accadere, eppure l’irreparabile si è svelato davanti ai miei occhi quando ho aperto lo sportello della lavatrice … panico!! Com’è possibile che sia potuto accadere?
Sono quei momenti in cui lo stupore si intreccia con lo sgomento, le lacrime mi sembravano eccessive per un ‘semplice’ maglione infeltrito eppure, davanti all’evidenza non rimane che la triste resa, sapendo che indietro non si può mai tornare.
Ho fatto quello che si fa in questi casi, ho cercato disperatamente di ‘rianimarlo’, pensando che, forse, l’avrei recuperato: ogni sforzo è stato vano perché nulla l’ha riportato indietro.
Era il ‘mio’ maglione che mi proteggeva, ne ho avuto sempre molta cura eppure è bastato un attimo di distrazione o di stanchezza o di superficialità per rovinarlo per sempre.
E’ stato strano perché guardandolo è come se mi vedessi, riflessa, e ho capito che a volte le sofferenze della vita ci fanno sentire ‘infeltriti’.
Continuerò ad indossare quel maglione anche se un po’ più piccino perché se è vero che non possiamo tornare indietro è ancor più vero che possiamo ‘rinascere’!

Alessandra