Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Il tempo che viviamo (1)

Il tempo di “Avvento” ci invita a ri-partire, a fermarci e a riflettere sul tempo che viviamo. Il problema non è quello di “far pulizia” o di “comportarci meglio” ma di comprendere “dove andiamo” ed in particolare il “posto di Dio” nella nostra vita.

Non ci vuole molto ad accorgersi che i tempi e le stagioni stanno cambiando ed è finita la stagione della crescità infinita (vivremo sempre meglio, sempre più a lungo, staremo sempre bene …); perché l’uomo di oggi, ahimé, non è diverso dall’uomo di ieri: è facile preda delle illusioni e nella sua ricerca di gloria, potere e denaro … dimentica e spesso “fa il male” e non “il bene”.

In questa situazione accogliere la parola di Dio non diventa solo segno di fiducia in Lui, ma esprime anche senso di responsabilità e di adesione alla realtà dell’uomo: perché il tempo che viviamo è frutto di quello che abbiamo costruito e prodotto anche con le nostre distrazioni, con i nostri compromessi, con le nostre scelte.

Serve allora esaminare seriamente la “catastrofe” sotto i nostri occhi, che la Parola di questa prima domenica di Avvento ci mette davanti: i “segni” della divisione, della contesa, della violenza, della morte. Sono queste le realtà che segnano i giorni dell’uomo: diventa allora importante accorgersi che la “via” del Signore è, innanzi tutto, una via “alternativa”, una via che passa attraverso altre scelte e si riconosce in altre parole, che scopriremo lungo il cammino.

Mettiamo oggi al centro di questa riflessione la parola “discernimento”: siamo infatti invitati a capire, a riconoscere la “giustizia di Dio” (Isaia), a non farci ingannare (Paolo), ad andare oltre ciò che vediamo quando ci fermiamo davanti a “le costruzioni del tempio” (“Non vedete tutte queste cose?”, dice Gesù).

Si, “discernere” non è semplice ed è facile farsi ingannare, fermarsi a ciò che vediamo, non approfondire, illuderci, accontentarci delle apparenze, agire d’impulso e senza riflettere … Per questo serve fermarsi, mettersi in ascolto (“porgetemi l’orecchio!”), allargare lo sguardo, aiutarci l’un l’altro a conoscere e capire, “interrogando i vecchi” (come ci ricorda la Scrittura).

Buon cammino di Avvento!

Domenica La venuta del Signore – Prima domenica di Avvento, inizio dell’anno liturgico ambrosiano – 12/13 novembre
1.a lettura Isaia 51, 4-8: “Ascoltatemi attenti, o mio popolo; o mia nazione, porgetemi l’orecchio!”.
2.a lettura 1ª Tessalonicesi 2, 1-14: Vi preghiamo, fratelli, di non lasciarvi troppo presto confondere la mente e allarmare.
Vangelo Matteo 24, 1-31: Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. Egli disse loro: “Non vedete tutte queste cose? In verità io vi dico: non sarà lasciata qui pietra su pietra che non sarà distrutta”.