Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Epifania, per rimuovere le incrostazioni del passato

La solennità dell’Epifania ci da l’occasione di ritornare alla fonte, di riscoprire la bellezza della verità e quindi di rimuovere le incrostazioni del passato.

Questa solennità infatti ci ricorda l’annuncio fondamentale del Natale con l’incarnazione di Gesù e la sua venuta in mezzo a noi. A cui fa eco l’accoglienza di pochi (pastori e qualche saggio straniero), il rifiuto di chi sa (re e sacerdoti) e l’indifferenza dei più.

Si, non sono in molti ad accogliere il Signore della storia, ma tra essi si distinguono i pastori (che vivono fuori della città) e i saggi magi (che non sono re e che sono, soprattutto, stranieri). Così la solennità dell’Epifania è fin dal suo sorgere “festa delle genti”, annuncio ai “lontani”, apertura a tutti dell’incontro con Dio.

Occorre ripartire da questo bambino, circondato dall’amore di Maria e Giuseppe, per accettare un Dio che si fa piccolo, che rinuncia alla gloria e alla potenza e che sceglie l’umiltà e la povertà.

Si, ad accogliere Gesù, non ci sono i re e i potenti, di ieri come di oggi; e se anche noi nutriamo il sospetto che la “stella” si nasconda e sia presente nella storia di ogni giorno, nella nascita di un bambino, nella sua accoglienza, nella semplicità dell’incontro con l’altro, allora anche a noi è data la gioia di accogliere il Signore.

E’ questa accoglienza che apre alla novità, che rende possibile l’incontro con Dio attraverso Gesù; che fa di noi degli uomini “nuovi”, capaci di trovare “altre strade” (come i “sapienti” magi), senza ripassare da chi dice di “sapere” e si comporta come chi non sa.

Buona Epifania! .. con lo sguardo rivolto già alla prossima Pasqua!
Il Signore è vicino!

SOLENNITA’ Epifania del Signore – 5/6 gennaio 2017
1.a lettura Isaia 60, 1-6: “Àlzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce, la gloria del Signore brilla sopra di te”.
2.a lettura Tito 2, 11 – 3, 2: Carissimo, è apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini e ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà, nell’attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del nostro grande Dio e salvatore Gesù Cristo.
Vangelo Matteo 2, 1-12: Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.