Loading…

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

"La Santità in Zelia e Luigi Martin": se parlassero oggi alle coppie?

Domenica 17 febbraio chiesa santa Teresa (Bustecche) ore 15.00

Locandina

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il disordine di una camera

disordineTra i tanti punti interrogativi che si accendono nelle nostra mente, uno non trova mai risposta e rimane avvolto nel suo grande mistero. Com’è possibile sempre così tanto disordine!?! Sembra che regni il caos là dove appena poche ore prima sembrava tutto perfetto. E’ ovunque, riesce ad impadronirsi di tutte le stanze, entra negli armadi e riesce a scompigliare addirittura il frigorifero. Nulla si salva al suo passaggio!Ma, esiste una porta che più di tutte bisogna aprire con molta cautela, perché, a volte, quanto appare davanti ai nostri occhi supera di molto l’immaginario e la fantasia. E’ la stanza dei ragazzi! … ’non aprite quella porta’…Grande spunto per un film dell’orrore! E’ un mondo ‘speciale’ dove puoi trovare i libri sul letto e la biancheria appena stirata sulla scrivania, dove tutto è là, esattamente, dove non dovrebbe essere, in breve, è una stanza ‘posseduta’.

Basta un attimo per cadere nell’errore – che io ho imparato ad evitare –  ed è, quando presi da un attimino di giustificata arrabbiatura ci coglie la brillante idea di chiedere come sia possibile e, solo dopo, si capisce che era meglio calare nel silenzio. Si apre un ventaglio di fantasiose risposte che spaziano dalla ‘teoria sul caos’ a qualche strana citazione filosofica che ti fa sorgere il dubbio – che dubbio non’è – che ti stiano anche prendendo in giro.

Però, esiste un angolo dove il disordine stona, dove infastidisce, ed è la libreria e, ogni volta, riordinarla è una gioia particolare perché riesce anche a far rallentare il tempo. Si passa tra le mani ogni singolo libro e ci si perde, spolverandolo, sfogliando le sue pagine per poi metterlo al suo giusto posto, non a caso, ma accanto ad un’altra ‘anima’ che parla, come se si tenessero compagnia.

“In lui ogni costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore” ci direbbe san Paolo.

Ogni mattina apro quella porta e ricomincio dall’inizio, poi esco e mi volto consapevole che quell’ordine durerà fin tanto che chi la abita non farà ritorno a casa e benedico il buon Dio di tutto questo, e quando la sera mi chiederà cosa ho fato di bello durante il giorno, le dirò che ho ‘fatto filosofia’!!

Poi, uno sguardo veloce a quella libreria così incredibilmente perfetta, sicura che quella sia la sua ‘stanza interiore’. Santa Teresa d’Avila ci invita a mettere ordine nella nostra vita e a dare ad ogni cosa il suo giusto valore.

Alessandra