Loading…

Incontro con Padre Alsabagh

Parrocchia di Masnago - 25 giugno 2018

locandina

Festa patronale di Luvinate

dal 25 giugno al 2 luglio 2018

Programma

MONTE TRE CROCI

Pellegrinaggio e S. Messa - Sabato 30 giugno - partenza ore 8.00

locandina

Siamo nati e non moriremo mai più

Spettacolo - 27 giugno 2018 - h. 21:00 - Chiesa di Luvinate

locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Per “evangelizzare”

Il brano di Giovanni che presenta l’incontro di Gesù con la donna samaritana è talmente pieno di “segni” che rischia di non essere compreso nella sua completezza. Tutti i segni e le parole (la Samaria, il pozzo, la donna, l’acqua, la sete, l’amore, la relazione, il monte, Dio, “Io sono”, …), concorrono infatti a manifestare la passione “evangelizzatrice” di Gesù … e, dopo l’incontro, della donna samaritana!

Questa pagina di Giovanni non dice semplicemente della decisione di Gesù di recuperare all’incontro con Dio la gente della Samaria (ritenuta “atea”), la “donna” (considerata come un bene), la “religione” (legata ai luoghi), il senso della vita («Che cosa cerchi?»); dice, soprattutto, del “volto misericordioso” di Dio che “cerca” persone come Lui, persone pronte a “lasciare la brocca al pozzo” proprio come fa la donna di Samaria.

Tutti sappiamo che l’incontro con Gesù è importante; ci sfugge però il cambiamento che alimenta e domanda, nella vita delle persone e delle relazioni. Il “regno di Dio” ha bisogno di manifestarsi e farsi conoscere, a partire da noi!

La donna di Samaria, che “evangelizza”, ci mostra così il cammino richiesto al credente: ristabilire la propria relazione col Signore della vita, lasciare le proprie sicurezze e le “consuetudini sociali” (quello che “si è sempre fatto così”) ed “intrigare” gli altri con quello che siamo e facciamo. La donna, infatti, non dice agli altri chi è Gesù “per lei” ma alimenta il sospetto che egli possa essere “il Cristo”, così che ognuno lo possa “toccare con mano”!

E’ una questione di “stile” che riguarda tutta l’evangelizzazione! Abbiamo molto da imparare da Gesù e dalla donna: non solo dalla samaritana, ma anche dallo stile di ogni donna che ha incontrato il Signore. Buon cammino!

Domenica Domenica della samaritana – IIª di quaresima – 11/12 marzo
1.a lettura Esodo 20, 2-24: Mosè disse al popolo: «Non abbiate timore: Dio è venuto per mettervi alla prova e perché il suo timore sia sempre su di voi e non pecchiate».
2.a lettura Efesini 1, 15-23: il Dio del Signore nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una profonda conoscenza di lui; illumini gli occhi del vostro cuore per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la sua eredità fra i santi..
Vangelo Giovanni 4, 5-42: So che verrà un Messia (che è detto Cristo)! Quando verrà, ci annuncerà ogni cosa! Le dice Gesù: «Io sono, io che ti parlo!» … Molti samaritani di quella città credettero in lui per la parola della donna che attestava: «Mi ha detto tutto quello che ho fatto!».