Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Come il girasole

Ciò che avviene in natura nasconde tutto il fascino dell’inspiegabile è come se il Mistero di Dio parlasse e si rivelasse senza l’esigenza di una ‘spiegazione’, anzi, ogni parola stonerebbe. ‘Un raggio di gioia vi raggiungerà’: è il significato dei girasoli, nel linguaggio dei fiori. Il suo nome deriva dalla tendenza che questo fiore ha, a girare sempre il capolino  verso il sole Sembra che questo fiore non possa vivere senza distogliere lo ‘sguardo’ dalla luce del sole.

Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, autore e perfezionatore della fede.

 Allora, una curiosità: Il girasole simboleggia la dedizione assoluta. Nella Metamorfosi di Ovidio si racconta la storia della ninfa Clizia, innamorata del Dio Apollo, che però amava Leucòtoe. La ninfa – spinta da una fortissima gelosia – tramò contro la sua rivale in amore provocandone la morte. Apollo per punirla non degnò più Clizia neanche di uno sguardo e lei per il dolore non si nutrì più. Bevve la brina e le sue lacrime e  passò tutta la sua vita seduta per terra a inseguire con lo sguardo il Dio Apollo, che nel cielo conduceva il carro del Sole. Morì di stenti e di trasformò in un girasole che, per tutta la sua vita, fissa sempre il volto del suo amato sole.

Di te ha detto il mio cuore : “Cercate il suo volto”
Il tuo volto, Signore, io cerco.
Non nascondermi il tuo volto

E, se, il girasole ci stesse dicendo che ……

Alessandra