Loading…

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

Parole del vescovo Delpini e un commento

Mi sembra giusto riportare l’articolo di Avvenire con le parole dette da mons. Mario Delpini il giorno in cui “ufficialmente” è stato comunicato il suo nome come vescovo di Milano (paroledelpini). Sono parole semplici ma profonde, indicative di un uomo piccolo davanti al compito che gli è stato dato e che confida in Dio e nella preghiera del popolo di Dio.

Mi permetto una piccola puntualizzazione.
Mi domando se il modo di comunicare la notizia del nuovo vescovo debba essere quella che si è sviluppata nelle scorse settimane, secondo la logica del mondo. Venire a sapere giorni prima dalla stampa la notizia con questa titolazione: “Il nuovo Vescovo è Mario Delpini; verrà ufficializzata la nomina sabato 8 luglio”, è stato deprimente! Non sarebbe meglio che quando il Papa (credo che l’ultima parola spetti a lui, per certe sedi importanti) decide il candidato alla sede di Milano, per esempio, sia lui a dirlo all’interno di una Messa? Poi arriverà la nomina giuridica, poi i giornali faranno il mestiere di divulgarlo perché, credo, sia questo il compito di un vaticanista, appunto divulgare. Invece, che siano i giornalisti a saperlo prima non fa pensare la gente intrallazzata, monsignori che spifferano, gente che sussurra. Ma che Chiesa è questa?

L’immagine piuttosto che mi viene in mente è quella del papa emerito Benedetto XVI che, alla presenza di cardinali un po’ distratti e forse addormentati, ha dichiarato la sua libera decisione di lasciare il ministero petrino. Lo ha detto lui senza illazioni, in un contesto di scandali che ben ricordiamo. E poi la sorpresa di una notizia inimmaginabile dal punto umano ma non divino…

Non potremmo essere differenti rispetto alle logiche del mondo? E’ così complicato? Speriamo, speriamo, speriamo…

don Norberto