Loading…

Quaresima 2018

Clicca sul pulsante per scaricare il pieghevole con le indicazioni per la Quaresima.

Foglio Quaresima

Esercizi spirituali nella vita corrente

dal 26 febbraio al 2 marzo 2018 - ore 15.30 Morosolo - ore 20.45 Barasso

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nelle faccende di chiesa

La formazione delle catechiste, la tradizionale quattro giorni catechiste, quest’anno ha toccato tematiche della vita quotidiana, come affrontare l’annuncio di fede ai bambini, figli di genitori separati, divorziati o in nuova unione, oppure l’inclusione dei ragazzi migranti nel percorso di iniziazione cristiana, o come gestire il gruppo dei ragazzi in catechesi. Relatori veramente competenti della nostra Diocesi ci hanno aiutato ad affrontare il nuovo anno con i nostri ragazzi.

In questi giorni è mancato un amico che conoscevo da tempo e purtroppo l’ho saputo a funerale celebrato…con altri amici lo abbiamo ricordato durante una messa, eravamo tutti presenti, amici cresciuti insieme nell’ambiente dell’oratorio, in parrocchia. Durante la celebrazione commossa ho pensato che il nostro motivo di incontro è stata la fede, la forza della nostra amicizia ancora oggi davanti all’eucarestia è proprio ancora il dono della fede che abbiamo ricevuto.

Ho avuto modo di visitare anche una suora salesiana che è stata a Luvinate per molti anni e con cui ho sempre tenuto contatti, tanti i consigli ho ricevuto e ricevo tutt’ora, l’ho trovata un po’ provata dalla malattia, in un primo momento quasi sconfortata ho avuto la sensazione della mancanza di una vivace guida spirituale, ma nonostante il fisico provato…le sue parole sono state per me, come sempre, di grande conforto. La forza della fede, la presenza viva dello Spirito!

Domenica Don Luca ci ha parlato del peccato e della salvezza in riferimento alle letture, ci ha invitato a soffermarci in un attimo di silenzio dopo la frase del credo “per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo” e a mettere la parola MIO quando leggiamo o pensiamo al Salvatore. Pensiamo a Gesù salvatore come un amico fedele che ci libera dal peccato.

Monsignor Pierantonio Tremolada, vescovo eletto di Brescia, ha salutato con queste parole la nostra Diocesi nella Celebrazione eucaristica vigiliare in Duomo “…Considero una grazia e un privilegio poter salutare la Diocesi mentre viene esposto il Santo chiodo, reliquia di quella Santa croce che la Parola di Dio oggi ci esorta a contemplare. A tutti auguro ogni bene e chiedo al Signore che ciascuno di voi sappia corrispondere alla Sua volontà lasciandosi attrarre dal vessillo della Santa croce…”. Il riferimento è alla reliquia posta in altare maggiore, attraverso il Rito della Nivola. “…Vorrei allora dire che Dio mi ha fatto grazia, rendendomi per tutti segno della sua grande misericordia, non guardando ai miei meriti e perdonando le mie colpe. La gratitudine esigerebbe di fare tanti nomi, ma vorrei ricordare solo quello del cardinale Scola e, in questo, unire idealmente tutti gli altri…”

Tutte le realtà si sono ritrovate nella nostra comunità per programmare le attività del nuovo anno, Consiglio Pastorale, commissione liturgica, commissione famiglia, catechiste. Credo che l’udienza di questa settimana a San Pietro sia proprio di grande conforto per il nostro cammino che ufficialmente inizierà il primo ottobre.

Il Papa ci ha esortato a “ …Non pensare mai che la lotta che conduci quaggiù sia del tutto inutile. Alla fine dell’esistenza non ci aspetta il naufragio: in noi palpita un seme di assoluto. Dio non delude: se ha posto una speranza nei nostri cuori, non la vuole stroncare con continue frustrazioni. Ovunque tu sia, costruisci! Se sei a terra, alzati! Non rimanere mai caduto, alzati, lasciati aiutare per essere in piedi. Se sei seduto, mettiti in cammino! Se la noia ti paralizza, scacciala con le opere di bene! Se ti senti vuoto o demoralizzato, chiedi che lo Spirito Santo possa nuovamente riempire il tuo nulla. Opera la pace in mezzo agli uomini, e non ascoltare la voce di chi sparge odio e divisioni. Non ascoltare queste voci. Gli esseri umani, per quanto siano diversi gli uni dagli altri, sono stati creati per vivere insieme. Nei contrasti, pazienta: un giorno scoprirai che ognuno è depositario di un frammento di verità. Ama le persone. Amale ad una ad una. Rispetta il cammino di tutti, lineare o travagliato che sia, perché ognuno ha la sua storia da raccontare. Anche ognuno di noi ha la propria storia da raccontare. Se sbagli, rialzati: nulla è più umano che commettere errori. E quegli stessi errori non devono diventare per te una prigione. Non essere ingabbiato nei tuoi errori. Il Figlio di Dio è venuto non per i sani, ma per i malati: quindi è venuto anche per te. E se sbaglierai ancora in futuro, non temere, rialzati! Sai perché? Perché Dio è tuo amico…”.

Buon cammino a tutti!!!

Stefania