Cristiani … anche nelle difficoltà
Loading…

Festa dell'Assunta 2018

dal 11 al 17 agosto 2018

Programma

Gita pellegrinaggio a Oropa

Venerdì 17 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Cristiani … anche nelle difficoltà

Essere cristiani non equivale ad aver stipulato una assicurazione col padre eterno che ci mette al riparo da quello che succede nella vita. E’ un dato di fatto, ma si rischia sempre di attribuire al Signore, nel bene e nel male, meriti e colpe … e a tirarci fuori.

La liturgia di questa domenica, mentre ci ricorda le difficoltà della vita, ci invita a fare la nostra parte; ad essere “sapienti” come Giobbe (che continua a “benedire” il Signore) e “resistenti” come Paolo (che “sopporta” ogni cosa).

Essere consapevoli del proprio compito e della propria posizione, riconoscere la propria “vocazione” di credenti, ci rende talora “servi inutili” ma ci consente di non farci illusioni, di non cercare “gloria”, di non rivendicare “diritti” presso Dio o presso gli uomini … perché siamo “cristiani”.

In altre parole: non si è cristiani per interesse o per trarne vantaggio. Assumere Gesù Cristo come riferimento nella propria vita è iniziare un cammino in cui abbiamo solo da guadagnare, ma che ci unisce “nella salute e nella malattia” e non ci assicura vantaggi presso gli uomini.

Impariamo quindi a riconoscerci nelle parole che Gesù ci consiglia di fare nostre: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”. Non solo per rispetto verso le difficoltà di tutti, ma anche per dirci “fratelli” in verità, senza ritenerci migliori o capaci o pronti.

Domenica 6ª domenica dopo il martirio di Giovanni – 7/8 ottobre
1.a lettura Giobbe 1, 13-21: Allora Giobbe si alzò e si stracciò il mantello; si rase il capo, cadde a terra, si prostrò e disse: «Nudo uscii dal grembo di mia madre, e nudo vi ritornerò. Il Signore ha dato, il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del Signore!».
2.a lettura 2ª Timòteo 2, 6-15: Perciò io sopporto ogni cosa per quelli che Dio ha scelto, perché anch’essi raggiungano la salvezza che è in Cristo Gesù, insieme alla gloria eterna. Questa parola è degna di fede: Se moriamo con lui, con lui anche vivremo; se perseveriamo, con lui anche regneremo.
Vangelo Luca 17, 7-10: Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”.