Loading…

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Sbucciare la mela

Ritrovarsi intorno alla tavola della nonna per noi, bambini, era speciale e, non solo per la bontà delle sue ricette ma anche per il gioco che ne nasceva, forse, anche per tenerci buoni, soprattutto quando eravamo tutti e quattro.

Se aveva preparato gli agnolotti, il rito era quello di contarli prima di iniziare, invece, se era il giorno del risotto il divertimento era riuscire a tracciare con la forchetta delle linee che formassero un disegno.

Il bello, però, era alla fine, come una sorta di ‘gara’ nel vedere chi riusciva a sbucciare la mela in un unico serpentone, senza che si rompesse. Alla fine era come vedere la mela ricomposta, perfetta in tutta la sua bellezza ma, ‘svuotata’.

Non è semplice, ‘svuotarsi’ di sé ma è possibile solo se lasciamo fare alla mano del Maestro.

Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini.

 ‘Sbucciamo’ la mela come quando eravamo bambini perché … A chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio.

Alessandra