Loading…

Avvento 2017

Suggerimenti per vivere l'Avvento ambrosiano

Programma

Cosa si è detto nell'assemblea del 5 novembre

RIPARTIRE DALLA VITA NUOVA RICEVUTA tra Apocalisse 21 e video sul battistero

Info

Qualche giorno insieme in fraternità

ADOLESECENTI 18/19ENNI GIOVANI, 3 – 4 – 5 gennaio 2018, a CERVINIA (passando per Saluzzo)

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Nelle faccende di chiesa

Venerdì scorso a Villa Cagnola si sono riuniti i consigli per gli affari economici della nostra zona per far crescere nella comunità diocesana la sensibilità e la mentalità di comunione anche in relazione ai beni materiali e indicare le azioni idonee a realizzare l’effettiva perequazione dei beni tra le parrocchie dell’Arcidiocesi di Milano. Alcune comunità pastorali come Tradate e Gallarate hanno portato la loro esperienza sottolineando la competenza dei componenti dei consigli degli affari economici, l’importanza dei collegamenti con il consiglio pastorale e dei rapporti con la pubblica amministrazione.

E’ terminato anche il corso di formazione diocesano per il nuovo percorso di catechesi. Siamo arrivati al quarto anno di catechesi che si concluderà con la Cresima, ci stiamo preparando con tanto impegno e ormai il percorso nella nostra comunità è ben avviato. La Diocesi si è occupata della formazione spirituale del catechista e ha dato alcune direttive per imparare a gestire il gruppo dei ragazzi in catechesi.

Nell’omelia di domenica Don Giuseppe ha fatto riferimento al padrone di casa, come un buon padre di famiglia, che prende dalla tradizione e aggiunge la novità, il nuovo, ispirato dallo Spirito Santo. Durante due inaspettati giorni di ferie ho partecipato alla messa settimanale dove sono stata invitata a contemplare la croce per concentrarmi su Gesù crocifisso e lasciare da parte tutto il resto. Certo partecipare alla messa quotidiana è veramente una ricchezza per noi cristiani!

In questi giorni i nostri bambini di quarta e quinta elementare si stanno preparando alla prima confessione e si stanno esercitando a fare l’esame di coscienza, mi sono agganciata alle parole del Papa a Santa Marta, in una omelia anche lui ha fatto riferimento all’esame di coscienza “… l’utilità dell’ esame di coscienza, alla fine di ogni giorno bisogna chiedersi: cosa è successo nel mio cuore oggi? Cosa ho sentito? Cosa ho fatto? Cosa ho pensato? I miei sentimenti riguardo ai prossimi, alla famiglia, agli amici, ai nemici: cosa ho sentito, questo sentimento è cristiano o non è cristiano? Di quale cosa ho parlato, come è andata la mia lingua oggi? Ha parlato bene o ha sparlato degli altri? Si tratta di una pratica che ci aiuta a fare spazio, ci aiuta a lottare contro le malattie dello Spirito, quelle che semina il nemico e che sono malattie di mondanità…”

I santi sono uomini che hanno conosciuto il male, che hanno fatto opere di bene e che ora si trovano nel Corpo di Cristo, nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo. Così ci ha descritto la loro posizione Don Norberto nella sua omelia.Don Giuseppe ha aggiunto che santo è un uomo mendicante di Dio, che tende la mano verso Dio, che ha come punto fermo nella sua vita Gesù.

Mons. Delpini in Duomo così li ha definiti “… tutti i servi di Dio che non esibiscono le loro virtù, ma sono semplicemente virtuosi, non attirano l’attenzione su di sé, non chiedono risarcimenti per il servizio prestato e le tribolazioni attraversate, ma fanno quello che devono e sono felici…”.

Il Papa invece all’Angelus così ne ha parlato “… i santi sono nostri fratelli e sorelle che hanno accolto la luce di Dio nel loro cuore e l’hanno trasmessa al mondo, ciascuno secondo la propria “tonalità”. Ma tutti sono stati trasparenti, hanno lottato per togliere le macchie e le oscurità del peccato, così da far passare la luce gentile di Dio. Questo è lo scopo della vita: far passare la luce di Dio; e anche lo scopo della nostra vita…”. Una strada che noi tutti siamo chiamati a percorrere nella nostra quotidianità.

Stefania