Loading…

Avvento 2017

Suggerimenti per vivere l'Avvento ambrosiano

Programma

Novena e Natale 2017

Orari della Novena e delle Celebrazioni di Natale

Programma

IL NATALE ATTRAVERSO LA CONTEMPLAZIONE di DUE ICONE

Sabato 2 e 16 dicembre - h. 15.00 - oratorio di Luvinate

Info

Qualche giorno insieme in fraternità

ADOLESECENTI 18/19ENNI GIOVANI, 3 – 4 – 5 gennaio 2018, a CERVINIA (passando per Saluzzo)

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Ho imparato

Ho imparato a sorridere anche quando era l’ultima cosa che avevo voglia di fare. Ho imparato a non prendermi troppo sul serio. Ho imparato a tacere e, quando non so stare zitta, a riconoscere tutte le parole inutili che dico. Ho imparato a guardare più in là, a osservare con gli occhi di un altro, a stupirmi del bello che trovo dove non me lo aspetto. Ho imparato a dire grazie e a chiedere scusa, con il cuore, e non solo per educazione. Ho imparato a essere  paziente anche quando ho fretta. Ho imparato ad annoiarmi senza farne un dramma. Ho imparato a mettermi un po’ da parte e, se non lo faccio, so di sbagliare. Ho imparato a volere bene senza pretendere di essere ricambiata. Ho imparato a combattere per difendere me stessa o  qualcun altro ma anche  ad arrendermi mio malgrado. Ho capito che ogni giorno posso imparare e, se voglio, posso migliorarmi. Ho imparato a  credere in me stessa e in quello che faccio. Ho imparato ad amare e a proteggere la mia parte bambina. Ho imparato a chiedere aiuto, pronta anche a non riceverlo. Ho imparato a lamentarmi di meno anche se è molto facile farlo. Ho imparato che l’allegria e l’empatia insegnano più di mille discorsi. Ho imparato che, se la tristezza è contagiosa, lo è, con maggior forza,  anche la gioia. Sono  le cose che ho imparato dai bambini in sedici anni. Lavoro con loro e per loro ogni giorno e non ho mai vissuto un giorno banale o perso. Ci sono state giornate faticose e logoranti ma  inutili mai.

I bambini sono persone affascinanti: sono capaci di accoglierti con il sorriso più bello del mondo e, al tempo stesso, di buttarti in faccia le verità più sconcertanti sul tuo modo di essere, di apparire e sulle tue ipocrisie di adulto. I bambini sono esseri  fragili e buffi, esasperanti e divertenti, teneri e spietati, incantevoli e furbi. Vivono con noi, vengono affidati alle nostre cure ma appartengono a un altro mondo: un mondo dove la Fiducia  e il Divino sono di casa.

Non per nulla Gesù ci dice: ”In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me”.

Daniela