Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Ho imparato

Ho imparato a sorridere anche quando era l’ultima cosa che avevo voglia di fare. Ho imparato a non prendermi troppo sul serio. Ho imparato a tacere e, quando non so stare zitta, a riconoscere tutte le parole inutili che dico. Ho imparato a guardare più in là, a osservare con gli occhi di un altro, a stupirmi del bello che trovo dove non me lo aspetto. Ho imparato a dire grazie e a chiedere scusa, con il cuore, e non solo per educazione. Ho imparato a essere  paziente anche quando ho fretta. Ho imparato ad annoiarmi senza farne un dramma. Ho imparato a mettermi un po’ da parte e, se non lo faccio, so di sbagliare. Ho imparato a volere bene senza pretendere di essere ricambiata. Ho imparato a combattere per difendere me stessa o  qualcun altro ma anche  ad arrendermi mio malgrado. Ho capito che ogni giorno posso imparare e, se voglio, posso migliorarmi. Ho imparato a  credere in me stessa e in quello che faccio. Ho imparato ad amare e a proteggere la mia parte bambina. Ho imparato a chiedere aiuto, pronta anche a non riceverlo. Ho imparato a lamentarmi di meno anche se è molto facile farlo. Ho imparato che l’allegria e l’empatia insegnano più di mille discorsi. Ho imparato che, se la tristezza è contagiosa, lo è, con maggior forza,  anche la gioia. Sono  le cose che ho imparato dai bambini in sedici anni. Lavoro con loro e per loro ogni giorno e non ho mai vissuto un giorno banale o perso. Ci sono state giornate faticose e logoranti ma  inutili mai.

I bambini sono persone affascinanti: sono capaci di accoglierti con il sorriso più bello del mondo e, al tempo stesso, di buttarti in faccia le verità più sconcertanti sul tuo modo di essere, di apparire e sulle tue ipocrisie di adulto. I bambini sono esseri  fragili e buffi, esasperanti e divertenti, teneri e spietati, incantevoli e furbi. Vivono con noi, vengono affidati alle nostre cure ma appartengono a un altro mondo: un mondo dove la Fiducia  e il Divino sono di casa.

Non per nulla Gesù ci dice: ”In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me”.

Daniela