Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Nelle faccende di chiesa

Sabato scorso la corale di Luvinate ci ha allietato con il concerto di Natale con la straordinaria presenza di Mons. Giudici. Attraverso la musica i coristi hanno reso lode a Dio.

E’ iniziata domenica in oratorio la novena di Natale con i bambini del catechismo, il primo personaggio incontrato è Giuseppe; Giuseppe si è fidato di Dio, si è lasciato cullare dalla bellezza dei suoi occhi che erano rivolti a lui. Abbiamo poi incontrato i pastori, grazie a loro siamo chiamati ad uno sguardo di novità, non rimaniamo fermi, come loro gustiamo la vita come una novità tutta da scoprire. I pastori si sono lasciati sorprendere dall’incontro con Gesù e abbiamo incontrato anche Maria, colei che si è sentita accolta dallo sguardo di Dio, che ha detto il suo “eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me secondo la tua parola”.

Nella domenica della Divina maternità di Maria Don Luca ci ha raccontato la parabola di un cervo imprigionato tra i rovi e salvato da un ragazzo, il cervo rappresentava noi uomini legati dal peccato e dal male, noi che abbiamo bisogno dell’aiuto di Dio per liberarci, un aiuto rappresentato da Gesù. Maria può essere rappresentata da una cerva libera, dal cuore aperto e pronto a ricevere la venuta di Gesù. Come Maria apriamo il nostro cuore all’arrivo di Gesù.

Dirigenti, giovani e ragazzi, sportivi ad ogni livello, educatori e allenatori, hanno partecipato alla Celebrazione della sesta domenica dell’Avvento ambrosiano. A loro Delpini ha richiamato il senso della gioia che viene dalla nascita del Signore “… siate sempre lieti, voi che vi curate dei ragazzi, voi che praticate lo sport non considerandolo un idolo a cui sacrificare tutto, ma una palestra per imparare ciò che è nobile, vincendo la solitudine, comprendendo il dolore di coloro che soffrono…”. Mons. Delpini ha proposto nel Discorso alla Città, la “legge della Decima” e anche agli sportivi ha detto “… Per dieci ore di pratica dello sport, offritene una a chi non può: una nonna, un compagno che non può giocare, andate a trovare persone malate. Per ogni dieci ore, dedicatene una per consolare, visitare, rendere lieta la vita di qualcun altro. Non è una legge rigida, ma una regola per darsi un criterio, perché lo sport è una straordinaria opportunità educativa se è inserito dentro una comunità educante e un cammino complessivo di maturazione umana e cristiana…”

Papa Francesco ha ricevuto in udienza i bambini assistiti dal Dispensario Pediatrico “Santa Marta”. Agli adulti ha dato tre consigli “ Prima cosa: custodite la gioia dei bambini. Non rattristate i bambini. Quando i bambini vedono che ci sono problemi a casa, che i genitori litigano, soffrono. Non rattristare i bambini. Devono crescere sempre con gioia. La seconda cosa, perché i bambini crescano bene: fateli parlare con i nonni. I due estremi della vita. Perché i nonni hanno memoria, hanno radici, e saranno i nonni a dare le radici ai bambini. Terzo consiglio: insegnate loro a parlare con Dio. Che imparino a pregare, a dire quello che sentono nel cuore…”

All’Angelus Francesco ci invita a preparare la venuta del Signore assumendo tre atteggiamenti: primo, la gioia costante; secondo, la preghiera perseverante; terzo, il continuo rendimento di grazie. All’udienza del mercoledì continua la spiegazione della messa e soprattutto una raccomandazione “Insegnate bene ai bambini a fare il segno della croce, per favore!” Partecipare alla novena, agli incontri proposti dalla comunità è sicuramente un aiuto per preparare la venuta del Signore. Buon Natale a tutti!

Stefania