Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

“Emmanuele”: presente e portatore di gioia!

La presenza della “luce del mondo”, venuto ad “abitare in mezzo a noi”, inizia, secondo il Vangelo di Giovanni, “a Cana di Galilea” …

Inizia, cioè, in un luogo assolutamente sconosciuto e secondario, in mezzo alla gente del paese in festa per il matrimonio di due giovani, a cui partecipano anche Maria e Gesù: essi, a differenza di tutti gli altri, organizzatori compresi, “si accorgono” che “qualcosa non va”, che “manca la gioia!” (di cui il vino è segno) … Gesù, a differenza di chi non si accorge o se ne sta con le mani in mano, sollecitato dalla “madre”, interviene e “trasforma” l’acqua in vino …

Il modo con cui Gesù partecipa alla festa ed interviene per portare “vita” e “gioia” dicono fin dall’inizio dello stile con cui il Signore si fa prossimo a noi: non si impone, non giudica, non cerca il consenso, non cerca ringraziamenti … E’ talmente semplice e silenzioso che Giovanni non ci ricorda nemmeno qualcuno che gli dica “grazie”!

Occorre quindi essere molto attenti per cogliere la sua presenza, che ha la capacità e la forza di “trasformare” ciò che odora di morte, ed è da purificare, in motivo di vita e gioia.

Non ci vuole molto a capire che lo “stile” di Gesù chiede anche ai credenti di partecipare alle vicende degli uomini, di accorgerci di quello che non va e di non sottrarsi alla responsabilità di contribuire alla sua trasformazione!

Non ci sfuggano, però, i criteri fondamentali che ci devono orientare e che ci sono offerti dalla Parola di questa domenica, quasi a ritroso: non farci sedurre dalla “filosofia” e dai “vuoti raggiri ispirati alla tradizione umana” così da lasciarci guidare “da Cristo” (lettera ai Colossesi) ed orientare il cammino verso il “banchetto” che il Signore preparerà, “per tutti i popoli”, sul monte (Isaia)!

Domenica Seconda domenica dopo l’Epifania – 13/14 gennaio 2018
1.a lettura Isaia 25, 6-10a: «Preparerà il Signore degli eserciti / per tutti i popoli, su questo monte, / un banchetto di grasse vivande, / un banchetto di vini eccellenti, / di cibi succulenti, di vini raffinati».
2.a lettura Colossesi 2, 1-10a: Fate attenzione che nessuno faccia di voi sua preda con la filosofia e con vuoti raggiri ispirati alla tradizione umana, secondo gli elementi del mondo e non secondo Cristo.
Vangelo Giovanni 2, 1-11: Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.