Loading…

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

La tazza di the

Una tazza colma d’acqua bollente, una piccola bustina liberata dai lacci del suo involucro, un semplice gesto di immersione e una piccola bustina di the che sprigiona tutto il suo aroma e sapore perdendosi e fondendosi sino a diventare un tutt’uno.

E’ così che l’acqua si trasforma, assume colore, sapore e profumo, non rimane più nulla come prima e non potrà più tornare indietro da quell’unione così perfetta.

Vi è un momento ‘magico’ all’interno della liturgia, quando il sacerdote versa nel calice il vino, con po’ d’acqua, dicendo sottovoce: L’acqua unita al vino sia segno della nostra unione con la vita divina di colui che ha voluto assumere la nostra natura umana.

 Mentre facevo danzare la mia piccola bustina di the facendola affogare e riemergere mi sono persa nella tazza pensando a cosa voglia dire sentirsi ‘uniti’ al buon Dio.

Alessandra