Loading…

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

“Emmanuele”: in ascolto del Padre!

Il “titolo” di questa domenica (Santa famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria), anche se sembra mettere al centro il tema della “famiglia”, vuole invece, secondo la tradizione ambrosiana, porre l’attenzione sul Signore e sulla sua manifestazione al mondo.

Così le letture di questa domenica non ci invitano a riflettere sulle virtù della famiglia o sulle relazioni al suo interno, ma a metterci tutti, come Gesù, “in ascolto del Padre”. Anche noi, infatti, siamo chiamati ad “occuparci delle cose del Padre”!

Il Padre non è solo un riferimento importante per Gesù ma anche per il credente e per ogni uomo. Ci ricorda il senso della vita e ci aiuta a vivere alla sua presenza; nella consapevolezza che niente può stargli davanti … perché la relazione con il Padre non esclude ma allarga, non ci rende schiavi ma libera, non nasconde ma illumina, non costringe ma suscita … per questo si propone di essere la prima per ogni credente.

C’è un “obbedienza” che Gesù ritiene di dover soddisfare; essa chiede di subordinare a Dio tutto il resto: persone, ideali, cose, lavoro, amori … Essa è l’unica obbedienza che rende veramente liberi (cfr. Gv. 8, 31-32), fonte di pace e di gioia.

Così l’esperienza di Gesù diventa il cammino di ogni credente, chiamato a mettersi in ascolto del Padre: lui, che abita “in mezzo a noi” e che ci ha donato di “rinascere dall’acqua e dallo Spirito” e “guida i nostri passi”.

Così, come già nel segno di Cana e della condivisione dei pani e dei pasci, anche oggi il Signore Gesù ci insegna a “tirare dentro il Padre”, nelle cose di ogni giorno. Perché in ogni situazione la sua Parola diventa per noi fonte di luce, di gioia e di pace. Si, il Signore è “Emmanuele”: Dio con noi!

Domenica Quarta domenica dopo l’Epifania – Santa famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria – 27/28 gennaio 2018
1.a lettura Isaia 45, 14-17: Veramente tu sei un Dio nascosto, Dio d’Israele, salvatore..
2.a lettura Ebrei 2, 11-17: Perciò doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e degno di fede nelle cose che riguardano Dio, allo scopo di espiare i peccati del popolo.
Vangelo Luca 2, 41-52: Sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?».