Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Discernere: per fare nostra la “via” del Signore.

Con l’inizio della settimana “autentica” (che dice la verità su Dio e sull’uomo) siamo invitati a fare nostro il segno dell’ulivo, a prendere in mano un “ramo” con cui innestarci nell’albero che “dà la vita” … e portare frutto!

Occorre, però, non fermarci fra la folla che acclama all’ingresso, ma oltrepassare la soglia ed entrare fra le file dei “discepoli”, di coloro che sono “vicini”, anche se “incapaci di vegliare” …

Siamo infatti giunti al momento in cui la “via” scelta dal Signore non è soggetta a ripensamenti; non diventa ribellione; non diventa protesta; non diventa violenza … ma si piega fino al punto di “dare la vita”! Perché diventi chiaro a tutti, ed anche a noi, che l’amore di Dio chiede di essere accolto in sè, non perché è “potente”, non perché è “forte”, non perché porta “gloria” o “denaro” … ma solo perché vuole condividere con noi il “bene”!

Non è facile, per noi, accogliere e fare nostra la “via” del Signore, riconoscere che in tutte le cose che facciamo possiamo far posto alla “vita” e all’incontro con l’altro, percorrere la via di chi si fa compagno di cammino, a costo di porgere l’altra guancia, di chi persegue sempre il bene, anche a costo di rimetterci … per cercare sempre ciò che è “buono”, “bello” e “giusto” … per tutti!

Eppure anche noi “sappiamo” (anche se non lo diciamo neppure a noi stessi!) che questa è la “via” vera, “autentica”! E, nonostante tutto, ci incamminiamo per arrivare a rinnovare il nostro “impegno con Cristo” nella Veglia pasquale, sabato prossimo.

L’ascolto della Parola e la riflessione sulla “via” scelta dal Signore ci siano di conforto e di sostegno nel cammino di questa settimana “autentica”: la “via crucis” non è, per i credenti, la via del patire o la via della sofferenza, ma la via dell’amore fedele, che rimane tale anche a costo di “dare la vita”!

Buon cammino!

Domenica Inizio della settimana “autentica” – domenica della palme nella passione del Signore Gesù – 24/25 marzo
1.a lettura Isaia 52, 13 – 53, 12: Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi, non splendore per poterci piacere. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci si copre la faccia; era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima. Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori; e noi lo giudicavamo castigato, percosso da Dio e umiliato.
2.a lettura Ebrei 12,1b-3: Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento.
Vangelo Giovanni 11, 55 – 12, 11: Era vicina la Pasqua dei Giudei e molti dalla regione salirono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi. Essi cercavano Gesù e, stando nel tempio, dicevano tra loro: «Che ve ne pare? Non verrà alla festa?». Intanto i capi dei sacerdoti e i farisei avevano dato ordine che chiunque sapesse dove si trovava lo denunciasse, perché potessero arrestarlo.