Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Guardare a Gesù: nutrimento della vita!

Il tema liturgico di questa domenica sembra essere il “pane eucaristico” ed è facile fermarsi a riflettere su questo; ma il vero tema liturgico è “Gesù Cristo” che si offre a noi per “nutrire” la nostra esistenza, per essere “parte” di Lui!

Il rapporto fra la “persona” (Gesù) e il “segno” (l’Eucarestia) è indivisibile ed occorre tenerlo ben presente! Nella tradizione della Chiesa non esiste quella distinzione che ogni tanto ci attrae, come se uno possa partecipare all’Eucarestia senza nutrire di Cristo la propria esistenza, o viceversa.

La liturgia ci offre così l’occasione si riflettere sul “segno” e di rimettere al centro la “persona”: é a Gesù Cristo che il credente fa riferimento, è Lui “il pane della vita”! Non solo perché siamo “invitati” a fare “comunione” con Lui, attraverso il “segno”; ma soprattutto perché Lui prenda “dimora” in noi!

Così nelle Scritture che sono offerte al nostro ascolto la nostra attenzione deve porsi sul “cammino”, non sul “pane”! Il pane è solo il “cibo” che sostiene ed alimenta il cammino! Così Elia, deluso e scoraggiato, ricomprende la “presenza” di Dio nella sua vita e riprende forza e fiducia. Così le prime comunità di Paolo “fanno” la “frazione del pane” ed annunciano la morte del Signore in attesa del suo ritorno.

Così anche noi veniamo sollecitati a rimettere al centro della nostra esistenza il Signore Gesù, la sua vita, il suo stile, i suoi insegnamenti. Perché “nutrirci” di Lui è mettersi in ascolto della sua Parola, essere fratello degli uomini come lo è stato Lui, cercare di fare “come Lui” in tutte le situazioni … così da fare nostra “la vita” che solo Lui ci trasmette e che ci trasforma!

Domenica 4ª domenica dopo la memoria del martirio di Giovanni, il “precursore” – 22/23 settembre
1.a lettura 1° Re 19, 4-8: Desideroso di morire, disse: «Ora basta, Signore! Prendi la mia vita, perché io non sono migliore dei miei padri». Si coricò e si addormentò sotto la ginestra. Ma ecco che un angelo lo toccò e gli disse: «Àlzati, mangia!».
2.a lettura 1ª Corinzi 11, 23-26: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me».
Vangelo Giovanni 6, 41-51: «Io sono il pane della vita».