Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

“L’undicesimo passo…con una matita che si blocca” – 11 –

CAMMINARE NELLO SPIRITO
Accostarsi alla lettura è del tutto personale e non penso solo alle scelte che si fanno sul genere letterario ma  al nostro rapporto con i libri. Si passano tra le mani pagine mantenendole intatte o ci si immerge nella lettura lasciando le orme del nostro passaggio con segni che vogliono evidenziare, sottolineare, riportare o annotare tratti che hanno inciso la nostra mente.

Diventano inscindibili, il libro e la matita o meglio, – almeno per me – il mio piccolo ‘mozzicone’ di matita, come se fosse il bastone su cui ci si poggia per camminare. Ma, è proprio quel piccolo ‘mozzicone’ che si è fermato e si è arreso davanti al Mistero:…”Signore, se vuoi, puoi purificarmi”… e Gesù disse: “Lo voglio, sii purificato!”

Per il nostro viaggio verso Gerusalemme, possiamo solo chiedere: “Signore, se vuoi”, quasi  a proporci per seguirlo verso quella decisiva meta e poi ‘perderci’ lungo la strada con il Maestro, dal momento che Lui dichiara proprio: “Lo voglio”.

“Invece di cercarmi per qualche altro scopo, cercami per me stesso!”, è l’invito di Gesù trasmessoci da sant’Agostino.

Alessandra

 

In una città … in luoghi deserti a pregare
Mentre Gesù si trovava in una città, ecco, un uomo coperto di lebbra lo vide e gli si gettò innanzi, pregandolo: “Signore, se vuoi, puoi purificarmi”. Gesù tese la mano e lo toccò dicendo: “Lo voglio, sii purificato!”. E immediatamente la lebbra scomparve da lui. Gli ordinò di non dirlo a nessuno: “Và invece a mostrati al sacerdote e fa l’offerta per la tua purificazione, come Mosè ha prescritto, a testimonianza per loro”. Di lui si parlava sempre più, e folle numerose venivano per ascoltarlo e farsi guarire dalle loro malattie. Ma egli si ritirava in luoghi deserti a pregare (Lc 4, 12- 16).