Loading…

Avvento 2018

Proposte per l'Avvento 2018

Programma

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Non semplici amici

Quando vengo a sapere che padre Marko, con la sua squadra di artisti apre un cantiere nelle vicinanze, non mi faccio perdere l’occasione: prendo la macchina per andare, salutare, rivedere, abbracciare e magari “approfittare” di un pranzo e passare così qualche ora insieme. E’ stato scorso lo anno per il cantiere a Bra (i chilometri erano un po’ tanti ma sempre meno che andare a Roma o a Malta!), è avvenuto oggi andando a Concorezzo, nelle vicinanze di Monza, mia città natale. Il cantiere chiude, con il terzo intervento, un lavoro iniziato nel 2016 (dopo il nostro cantiere!) con la sistemazione dell”altare e del ambone in un primo tempo, con il mosaico nello spazio battesimale con la raffigurazione del battesimo di Gesù al Giordano in un secondo tempo, ed ora il mosaico nello spazio penitenziale con la raffigurazione, del tutto nuova e originale, della “casa del Padre dove ci sono molte dimore”!

Sono bastate poche ore, tra qualche parola, piccole confidenze, il pranzo insieme, per ritrovare volti ormai cari che hanno condiviso con noi una settimana nel famoso marzo 2015. Il bello che  si avverte è proprio una “comunione spirituale” che supera il livello amicale anche perchè non posso ritenerli amici, dal momento che non ci si confronta, non ci si frequenta. Forse si potrebbe parlare di “amicizia spirituale”, dove però l’accento non sta su quello che comunemente pensiamo di amicizia che appunto ha bisogno di tempo, di esperienze, di dialogo, di vicinanza fisica, ma l’attenzione è sul termine” spirituale” che esiste sempre. La frequentazione diventa il legame liturgico che avviene al di là dei luoghi, l’ascolto della stessa Parola, la passione per una Chiesa come la vuole il Maestro, la scoperta del bello di ciò che ha fatto in noi il Signore.

Quando mi dicono “il tuo amico Rupnik”, sbagliano, perchè padre Marko non è mio amico, non frequentandolo. Si tratta invece di un “legame spirituale” che riconosco perchè di mezzo ci sta lo Spirito Santo. Basta allora poco umanamente (un cantiere vicino, due passi nel paese, un pranzo) per riconoscere un enorme legame spirituale che si misura sulle dimensione di altezza, profondità, lunghezza che sono quelle che si ritrovano nel Regno di Dio. Ciò che dal punto di vista umano si riduce a qualche ora, attiva il livello di una comunione che supera il tempo.

Certo, fa piacere sentirsi chiamare, “il parroco di Casciago” e vedere che è ben fissa la memoria delle pietre messe da loro nel nostro mosaico con un mantello che vola per contenere un grappolo di santi. Dal punto di vista umano fa molto piacere e capisco essere  un bel regalo. Ma quello che accade più in profondità e che persegue nel tempo, è proprio un’altra cosa, una cosa “dell’altro mondo”.

don Norberto