Loading…

Rosario di Maggio

Terza settimana Casciago - ore 20.45

Programma

Pellegrinaggio La Salette e Laus

17 e 18 giugno 2019 - iscrizioni in segreteria entro il 25 maggio

Programma

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Ultimi 4 appuntamenti, dal 2 maggio. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

“In principio era il Verbo”

Il prologo della “buona notizia”, su cui l’evangelista Giovanni richiama oggi la nostra attenzione, rivela fin dall’inizio la sua intenzione di introdurci non semplicemente ad un fatto della vita, ma ad un “evento” che impone uno sguardo più ampio ed una comprensione che ci impegna per la vita.

Questa capacità di leggere i fatti e di interrogarsi sul loro significato ci ricorda l’esercizio fondamentale richiesto ad ogni credente: cogliere i “segni” della presenza di Dio e comportarsi di conseguenza!

Tutte le letture di questa domenica ci rivolgono un invito ad allargare lo sguardo, a collegare i fatti che si vedono al disegno e al progetto che li orienta e li guida. E si oppongono al clima dominante che rifiuta in ogni modo di cogliere nei fatti (della natura, delle vicende e delle difficoltà degli uomini, …) qualsiasi “segno” …

Veniamo così invitati a lasciarci alle spalle il Natale delle luci e delle emozioni (con la stella, i pastori e gli angeli) e a misurarci seriamente con il “Verbo” e la realtà (neonato in una stalla, fuori della città, dove Maria e Giuseppe non hanno trovato posto).

Esercitarsi con i diversi punti di vista, e soprattutto con quello di Dio, ci sollecita così a ridare senso e dignità ai “segni” di ogni giorno: al pane, al vino, al lavoro, al dono, al tempo, all’ascolto, ai fiori, alle carezze … Ogni gesto della vita dei credenti è infatti chiamato ad essere e diventare “segno” del grande progetto che ci è stato rivelato nel “Verbo” e a cui ognuno di noi è chiamato a dare forma.

La vita “in Cristo”, infatti, non si esprime nell’eseguire indicazioni e compiti che ci vengono riportati da altri, ma dall’incontro con il “Verbo” e dall’ascolto della “Parola”, che orientano e determinano il nostro agire, che alimentano e sostengono le nostre domande e i nostri desideri.

E sarebbe bello riprendere ad interrogarci insieme sui “segni” che ci circondano, così da scoprire in essi il “Verbo”, la capacità del Signore di venire “ad abitare in mezzo a noi” e di “trasformare” l’acqua in vino! E di dare senso e significato alla vita di ogni uomo!

Buon Natale a tutti!

Domenica Domenica nell’ottava del Natale di nostro Signor Gesù Cristo – 29/30 dicembre
1.a lettura Proverbi 8, 22-31: Quando egli fissava i cieli, io ero là.
2.a lettura Colossesi 1, 13b. 15-20: Il Figlio del suo amore è immagine del Dio invisibile, / primogenito di tutta la creazione.
Vangelo Giovanni 1, 1-14: In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.