Loading…

Avvento 2019

Proposte per l'Avvento 2019

Programma

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone

Giornata di spiritualità in Avvento

Sabato 23 novembre 2019

Info
  • 0
  • 1
  • 2

Il tempo “favorevole”

Di fronte alla fatica e all’impegno tutti siamo tentati di cercare una scorciatoia, una “via breve” che ci permetta di “saltare la coda”, di “imporre il proprio potere”, di “sfruttare la propria posizione”, di “farsi furbi” …

Chi è allora il “figlio dell’uomo” se inizia il proprio ministero senza fare uso del suo potere e confermando la sua decisione di vivere da “uomo”? E da uomo che non “fa violenza”, che non “altera la realtà con la forza”?

E’ questo l’uomo, Gesù, che oggi si fa nostro “compagno di cammino” in questo tempo “favorevole”, tempo di cammino verso la Pasqua, verso la “liberazione”! Si, verso la liberazione dalla schiavitù della forza e della violenza che caratterizzano ogni “via breve”, ogni “salto”, ogni “imposizione”, ogni “sfruttamento”, ogni “furbizia” …

Così entrare nel tempo dei quaranta giorni che il Signore offre al nostro cammino dei giorni, ci da l’occasione di “ritornare al Signore” (Gioele) e di riflettere sull’agire di Dio e sul nostro agire; di “ritornare” con il cuore alle “parole” che il Signore ha messo sul nostro cammino … e di cui ci siamo dimenticati.

Per ricomprendere che la “via” scelta da Gesù è la “via della vita”, che non segue la logica del mondo e non rifugge dalla fatica e dall’impegno; che non cerca la gloria del mondo e privilegia il “cammino”, la “condivisione”, la “misericordia”. E’ una “via” in cui riscoprire la “fonte” e l’ “origine” nel “passaggio” battesimale con cui il Signore ci ha introdotto e rivestito con un “abito nuovo”!

E riscoprire la “dignità” e il “valore” di un “Uomo” che non si “sottomette” alla logica del mondo e che sceglie di non “sottomettere” nessuno! In questi tempi non è cosa da poco!

Cogliamo l’occasione che il Signore ci offre! Ristabilire l’ordine delle priorità, fare pulizia del superfluo, rimettere ordine nelle nostre giornate, ritrovare il tempo del riposo e della preghiera, lasciare fuori le occasioni di distrazione, leggere, ascoltare, mangiare meno, … ci possono aiutare a “ritornare al Signore” e a riprendere slancio (come ci ricorda Paolo). Solo chi ha il coraggio di dire “no” alla logica del mondo (“Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”) può indicarci la “via” della vita.

Domenica Domenica all’inizio di quaresima – 1ª di quaresima – 9/10 marzo
1.a lettura Gioele 2, 12b-18: Laceratevi il cuore e non le vesti, ritornate al Signore, vostro Dio, perché egli è misericordioso e pietoso.
2.a lettura 1ª Corinzi 9, 24-27: Non sapete che, nelle corse allo stadio, tutti corrono, ma uno solo conquista il premio? Correte anche voi in modo da conquistarlo!
Vangelo Matteo 4, 1-11: Il tentatore gli si avvicinò e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ che queste pietre diventino pane».

Tagged under: