Loading…

Orario estivo S. Messe

da sabato 13 luglio a domenica 25 agosto 2019

Orari

Verso la festa di Sant'Eusebio

6-13-20 luglio -- 28-29-31 luglio -- 1 agosto 2019

Programma

Momento spirituale verso S. Eusebio.. in Duomo

Lunedì 29 luglio 2019 - Tutte le informazioni sul programma e le modalità di iscrizione cliccando sul pulsante qui sotto

Info
  • 0
  • 1
  • 2

Fedeli al Vivente

Confrontarsi tutti gli anni con la figura di Abramo non è un esercizio facile, perché il cammino quaresimale ci invita a far luce su due modi contrapposti di vivere la fede: quella di chi è fedele “al passato” dei padri … e quella “di Abramo”, appunto!

Perché Abramo, contrariamente a quello che si pensa, non è colui che “esegue” … ma colui che “dubita”; non è colui che “obbedisce” … ma colui che si “interroga”; non è colui che fa “come si è sempre fatto” … ma colui che domanda direttamente al Signore “cosa devo fare?”.

Abramo, infatti, sa che il Signore gli sta “davanti” e non dietro; sa che le vie del passato sono alle spalle e che il cammino da fare è, invece, davanti; e richiede ascolto, comprensione, disponibilità a “lasciare”, a “partire”, a mettersi in gioco!

Il contenzioso che l’evangelista Giovanni pone alla nostra attenzione non è così lontano da noi: rischiamo sempre di farci interpreti delle nostre convinzioni e delle nostre visioni … e di non porre attenzione ai “segni” … Per noi é sempre difficile dare ascolto a chi dubita, a chi chiede, a chi cerca …; preferiamo fidarci piuttosto di chi è sicuro, di chi non fa domande, di chi va avanti per la sua strada …

Rimettere allora la nostra fiducia nel Signore, il Vivente, e ricentrare su di Lui la nostra attenzione è fondamentale per non smarrirsi, per dare continuità alla fede di Abramo. E come l’esperienza della samaritana si fa invito ad esaminare seriamente le nostre relazioni, a discernere e riconoscere le “persone giuste”, il riferimento ad Abramo si fa invito ad esaminare dove e in chi riponiamo la nostra fiducia.

Viviamo tempi in cui diventa difficile fidarsi ed in cui emergono gli spazi vuoti, le cose e le persone che mancano (e che prima c’erano, secondo il ricordo di tanti): anche il Signore ci può apparire lontano! Diventa allora importante comprendere che il Signore ha bisogno di persone “come Abramo”! Di persone che non scelgono in base a quello che fanno gli altri, ma a quello che comprendono personalmente; che non si attendono qualcosa dagli altri, ma si rendono disponibili alla chiamata del Signore.

Perché il Signore ha bisogno di persone come Abramo, che hanno cuore e intelligenza e non si preoccupano di difendere il passato, ma di seguire, anche oggi, il Vivente!

Domenica 3ª di quaresima – domenica di Abramo – 23/24 marzo
1.a lettura Deuteronomio 6, 4a; 18, 9-22: Io susciterò loro un profeta in mezzo ai loro fratelli e gli porrò in bocca le mie parole.
2.a lettura Romani 3, 21-26: Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, per mezzo della redenzione che è in Cristo Gesù.
Vangelo Giovanni 8, 31-59: Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia.

Tagged under: