Loading…

Orario estivo S. Messe

da sabato 13 luglio a domenica 25 agosto 2019

Orari

Verso la festa di Sant'Eusebio

6-13-20 luglio -- 28-29-31 luglio -- 1 agosto 2019

Programma

Momento spirituale verso S. Eusebio.. in Duomo

Lunedì 29 luglio 2019 - Tutte le informazioni sul programma e le modalità di iscrizione cliccando sul pulsante qui sotto

Info
  • 0
  • 1
  • 2

Dettagli pasquali: andare e portare frutto

La primavera, come la Pasqua, è resurrezione e sollecitazione a “crescere”, ad “andare e portare frutto”. Questa direzione, che è la direzione fondamentale della vita, viene spesso oscurata dalle preoccupazioni quotidiane (sempre legittime) e nascosta da tante parole vuote (oggi non casuali e sempre meno colpevoli).

Occorre allora accogliere non solo con gioia l’invito che Giovanni porta alla nostra attenzione con le Parole di Gesù: esse non dicono solo la sua prossimità (“Voi siete miei amici”) e la sua predilezione (“io ho scelto voi”) ma ci mostrano anche la direzione che deve guidare i nostri passi: “perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga”!

Questo “dettaglio” pasquale ci aiuta a comprendere che il fine della vita, ed anche della vita cristiana, non è “stare”, tantomeno “chiudere” e nemmeno “dimorare”; ma, invece, “andare e portare frutto”. L’amore di Dio e il “dimorare” in Lui sono il fondamento, il punto di partenza, ma occorre “andare”!

Papa Francesco, con le sue parole, da tempo ci ricorda che le porte di una casa, di una comunità e di una chiesa non possono essere chiuse! Non solo per il dovere umano di accogliere l’altro, ma perché il “dimorare” di Dio comporta per noi uno sguardo diverso sulla realtà e sulle persone … e “andare e portare frutto” non sono facoltativi, perché dove non c’è fecondità c’è, purtroppo, solo sterilità.

Ci sono alcuni atteggiamenti, richiesti ad ogni uomo, che non possono essere considerati come “libertà di espressione” e tantomeno “di opinione”! Così come ritenere l’invito ad “andare e portare frutto” come un semplice consiglio o una raccomandazione …

Chi accoglie che il Signore “dimori” presso di noi non può dubitare di doversi mettere in cammino; non può illudersi di poter “piantare le tende” e “stare”; non può fare progetti per “difendersi” … perché questa non è la prospettiva di Gesù e non è la prospettiva della vita!

Risuonino in noi allora le parole di Gesù, che ci sono di conforto (“Voi siete miei amici”), di conferma (“io ho scelto voi”) e di guida (“perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga”): esse ci confermano nella gioia pasquale e ci consentono di “sciogliere le vele”, seguendo il vento dello Spirito. Solo dii Lui non dobbiamo avere paura!

Buona Pasqua!

Domenica Domenica di Pasqua (4ª domenica) – 11/12 maggio
1.a lettura Atti degli Apostoli 21, 8b-14: «Perché fate così, continuando a piangere e a spezzarmi il cuore? Io sono pronto».
2.a lettura Filippesi 1, 8-14: Prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento, perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.
Vangelo Giovanni 15, 9-17: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga».

Tagged under: