Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

Con questa “preghiera di benedizione” ogni credente inizia e conclude la sua giornata: essa ci ricorda costantemente e sostiene il nostro “dimorare” in Dio.

Rischiamo però di considerarla una abitudine e di non accogliere la “tri-unità” di Dio come parte “costitutiva” del credente, come se fosse qualcosa di distinto e separato da noi; come se l’unità e la comunione fossero un attributo di Dio che non hanno niente a che vedere con l’uomo e con i credenti.

La festa della “Tri-unità” di Dio, posta all’inizio del cammino che si apre con il dono dello Spirito, ci da l’occasione di comprendere come la comunione, che Dio fa, non è un obiettivo o un segno, ma il punto di partenza! Poiché siamo “uno in Cristo” abbiamo la responsabilità di accogliere e testimoniare, con i fatti di ogni giorno, quanto ci contraddistingue!

La comunione, che si manifesta nella “tri-unità” di Dio, ci impone un punto di vista, sull’uomo e sul mondo, che prende le distanze dall’affermazione dell’IO: perché ogni uomo è mio fratello e mia sorella. Si la “trinità” è una comunione da “abitare”, una realtà di cui siamo chiamati ad essere partecipi, come ci rivelano le Scritture: il tempo dopo Pentecoste ci darà così modo di comprendere e di rileggere l’intero progetto di Dio sull’uomo e sul mondo.

E’ proprio per manifestare il senso e la concretezza del cammino, che i credenti uniscono alla preghiera di benedizione (“Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”) il segno della croce: diciamo così il nostro desiderio e impegno di credere con la mente, con il cuore e con le braccia. Come ci ha insegnato il Figlio dell’uomo, Gesù Cristo; secondo quanto ci suggerisce lo Spirito della verità; a lode e gloria di Dio, per la salvezza di tutti!

Domenica 1ª Domenica dopo pentecoste – Santissima Trinità – 15/16 giugno
1.a lettura Genesi 18, 1-10a: Il Signore apparve ad Abramo alle Querce di Mamre.
2.a lettura 1ª Corinzi 12, 2-6: Vi sono diversi carismi, ma uno solo è lo Spirito; vi sono diversi ministeri, ma uno solo è il Signore; vi sono diverse attività, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti.
Vangelo Giovanni 14, 21-26: Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.

Tagged under: