Loading…

Avvento 2019

Proposte per l'Avvento 2019

Programma

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone

Giornata di spiritualità in Avvento

Sabato 23 novembre 2019

Info
  • 0
  • 1
  • 2

Ascolta: la prospettiva fondamentale

La prima lettura della domenica, nel tempo di Quaresima, si apre con il monito: “ascolta, Israele!” … Non è un “incipit” qualsiasi! Non è solo un invito all’ascolto, ma una “prospettiva“, un punto di partenza fondamentale, che questo tempo dopo pentecoste ci dà l’occasione di riprendere e di mettere a fuoco.

Perché, al di là dei problemi di ogni giorno, se non recuperiamo la “prospettiva”, il punto di vista, che orienta il cammino, è facile perdersi e distrarsi; scambiare per importante ciò che è secondario, fermarsi su un dettaglio senza cogliere l’essenza …

La vita è fatta di “segni” e di “gesti” che hanno sempre bisogno di essere “ascoltati”, “accolti” e “riconosciuti”; così sono i “segni” di Dio e i “segni” dell’uomo … così una carezza o una parola possono anche passare inosservati, per distrazione, per mancanza di attenzione o addirittura per incomprensione … e per questo c’è sempre più bisogno di “ascolto”!

L’ “intero universo”, il “creato” è il “segno” che la liturgia di questa domenica pone alla nostra attenzione; è un “segno”, occorre dirlo con franchezza, a cui prestiamo poca cura e attenzione! Chi di noi osserva “come crescono i gigli del campo”? Non è solo una questione di osservazione o di conoscenza, che Gesù mette in evidenza, ma una “prospettiva”, il punto di vista da cui ci mettiamo, sempre, per guardare le cose e interpretare la realtà!

Si, il Signore Gesù ci invita ad “ascoltare” e a guardare le cose piccole e grandi della vita dalla sua prospettiva; e a cogliere in essa il “passaggio fondamentale”, che dovrebbe renderci veramente “liberi”: “il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno”.

Ci sono infatti molte “preoccupazioni” che sono “inutili” e molti “desideri” che vengono “ignorati“! E’ questo il vero problema, è questo lo “spostamento” di “prospettiva” che il Signore domanda: sapremo prestargli “ascolto”?

Domenica 2ª Domenica dopo pentecoste – 22/23 giugno
1.a lettura Siracide 18,1-2.4-9a.10-13: Colui che vive in eterno ha creato l’intero universo. Il Signore soltanto è riconosciuto giusto.
2.a lettura Romani 8, 18-25: L’ardente aspettativa della creazione, infatti, è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio.
Vangelo Matteo 6, 25-33: Non preoccupatevi dunque dicendo: “Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta».

Tagged under: