Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Ascolta: la prospettiva fondamentale

La prima lettura della domenica, nel tempo di Quaresima, si apre con il monito: “ascolta, Israele!” … Non è un “incipit” qualsiasi! Non è solo un invito all’ascolto, ma una “prospettiva“, un punto di partenza fondamentale, che questo tempo dopo pentecoste ci dà l’occasione di riprendere e di mettere a fuoco.

Perché, al di là dei problemi di ogni giorno, se non recuperiamo la “prospettiva”, il punto di vista, che orienta il cammino, è facile perdersi e distrarsi; scambiare per importante ciò che è secondario, fermarsi su un dettaglio senza cogliere l’essenza …

La vita è fatta di “segni” e di “gesti” che hanno sempre bisogno di essere “ascoltati”, “accolti” e “riconosciuti”; così sono i “segni” di Dio e i “segni” dell’uomo … così una carezza o una parola possono anche passare inosservati, per distrazione, per mancanza di attenzione o addirittura per incomprensione … e per questo c’è sempre più bisogno di “ascolto”!

L’ “intero universo”, il “creato” è il “segno” che la liturgia di questa domenica pone alla nostra attenzione; è un “segno”, occorre dirlo con franchezza, a cui prestiamo poca cura e attenzione! Chi di noi osserva “come crescono i gigli del campo”? Non è solo una questione di osservazione o di conoscenza, che Gesù mette in evidenza, ma una “prospettiva”, il punto di vista da cui ci mettiamo, sempre, per guardare le cose e interpretare la realtà!

Si, il Signore Gesù ci invita ad “ascoltare” e a guardare le cose piccole e grandi della vita dalla sua prospettiva; e a cogliere in essa il “passaggio fondamentale”, che dovrebbe renderci veramente “liberi”: “il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno”.

Ci sono infatti molte “preoccupazioni” che sono “inutili” e molti “desideri” che vengono “ignorati“! E’ questo il vero problema, è questo lo “spostamento” di “prospettiva” che il Signore domanda: sapremo prestargli “ascolto”?

Domenica 2ª Domenica dopo pentecoste – 22/23 giugno
1.a lettura Siracide 18,1-2.4-9a.10-13: Colui che vive in eterno ha creato l’intero universo. Il Signore soltanto è riconosciuto giusto.
2.a lettura Romani 8, 18-25: L’ardente aspettativa della creazione, infatti, è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio.
Vangelo Matteo 6, 25-33: Non preoccupatevi dunque dicendo: “Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta».

Tagged under: