Loading…

Avvento 2019

Proposte e spunti di riflessione per l'Avvento 2019 aggiornati ogni settimana

Scarica qui

Natale 2019

Orari delle celebrazioni e delle confessioni

Info

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

Ascolta: conoscere Dio, la via esigente

Il rapporto di Abramo con Dio non è facile, perché non segue la logica del “servo” e del “padrone”, del “soldato” e del “comandante” .., ma quella dell’incontro e della conoscenza del Signore. Al punto da “intercedere” per “gli altri” presso Dio, a fare “come Dio”!

La Parola di questa settimana di offre l’occasione di riflettere anche sulla nostra esperienza di Dio e di comprendere se anche noi, come quel “tale” di cui ci parla l’evangelista Luca, ci preoccupiamo di un Dio “troppo esigente” per noi …

In un mondo che misura tutto in base a ciò che “conviene”, abituato ad agire non in base alla giustizia e tantomeno secondo misericordia, che non si accorge delle persone e dei loro problemi … anche Dio ci appare “esigente”, come colui che “restringe le porte”!

Diventa allora importante riprendere l’esperienza di Abramo: con il Signore che lo “visita” e “apparve a lui alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda nell’ora più calda del giorno. Perché la via della “conoscenza” è “esigente”, ma feconda! Perché la via dell’incontro con il Signore, è “esigente”, ma “vera”!

L’esperienza del “tale”, infatti, è fatta di favori, di preferenze, di diritti, di primi e di ultimi, di diritti e precedenze … mentre la via che passa dall’incontro è aperta a tutti quelli che “siederanno a mensa nel regno di Dio”. E’ questa la “via” scelta dal Signore: per questo essa è motivo di gioia ed è “buona notizia” per tutti noi!

Per questo, ci ricorda Paolo scrivendo ai Romani, l’adesione al Signore è una questione di “fede” e di “grazia”; è, cioè, una questione di “relazione” e non una questione di contabilità, di accordi commerciali, di patti, di vantaggi … Questo Abramo lo ha compreso e fatto proprio, fino al punto di chiedere “misericordia” per Sòdoma; siamo capaci di fare altrettanto? di pregare per Sòdoma come ha fatto Abramo?

Domenica 5ª Domenica dopo pentecoste – 13/14 luglio
1.a lettura Genesi 18, 1-2a. 16-33: «Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora una volta sola: forse là se ne troveranno dieci». Rispose: «Non la distruggerò per riguardo a quei dieci».
2.a lettura Romani 4, 16-25: Eredi si diventa in virtù della fede, perché sia secondo la grazia.
Vangelo Luca 13, 23-29: Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio.

Tagged under: