Loading…

Se tu conoscessi...

Spettacolo teatrale, 29 settembre 2019 ore 21.00 - Chiesa di Casciago

Info

Iniziamo...insieme. Benvenuto don Emilio

Dal 27 al 29 settembre 2019 - Festa di inizio oratorio e ingresso del nuovo parrocco

Programma
  • 0
  • 1

Un Dio che attende

La “buona notizia” che la liturgia pone oggi alla nostra attenzione non riguarda solo chi ha compiuto la volontà del padre, ma soprattutto il Padre, che canta “un cantico d’amore per la sua vigna”!

Siamo infatti invitati a posare lo sguardo non su quanti non hanno dato seguito alle attese del Padre, ma sul Padre stesso, che anche oggi continua a rivolgere a noi “il mio cantico d’amore per la sua vigna”. Così da imparare a riconoscere nel “figlio dell’uomo” (domenica prossima) colui che indica anche a noi la strada, e a compiere “la volontà del padre”!

Dobbiamo infatti riconoscere che anche per noi non è facile comprendere “la volontà del padre” … soprattutto perché, come i due figli di cui ci parla Gesù, abbiamo con Lui un rapporto basato sulla “voglia” o sulla “sudditanza” … mentre il vero problema è “credere” (“non gli avete creduto), ovvero “fare spazio” a chi cerca con noi una relazione “vera”, perché noi siamo “la sua piantagione preferita”!

E’ bello cogliere, nella liturgia odierna, le mille suggestioni alimentate dall’immagine della vigna, di cui ci parla Isaia: esse ci confermano la “passione” con cui il Signore guarda all’uomo, ad ogni uomo. E’ questa la “buona notizia”, che ci sollecita a comprendere innanzi tutto la sua “volontà”, a cercare di comprendere come orientare il nostro cammino, senza preoccuparci di “fare bella figura” o di essere considerati “migliori” … anche quando non lo siamo.

Siamo così invitati a spostare lo sguardo da noi e dagli altri, con cui siamo facili fare confronti, al volto del Padre: è da Lui, che ci attende, che dobbiamo imparare “il cantico d’amore per la sua vigna”. E’ questo che rende possibile “lavorare” per lui nella sua vigna; e vivere da “figli”, comprendendo perché “i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio”. Non è un confronto o una sfida, ma una prospettiva, che ci rivela, innanzi tutto, il volto di un Dio “che attende”. E che diventa per noi “buona notizia” e motivo di gioia.

Domenica 2ª domenica dopo il martirio di Giovanni – 7/8 settembre
1.a lettura Isaia 5, 1-7: Così dice il Signore Dio: «Voglio cantare per il mio diletto il mio cantico d’amore per la sua vigna».
2.a lettura Galati 2, 15-20: Sono stato crocifisso con Cristo, e non vivo più io, ma Cristo vive in me.
Vangelo Matteo 4, 12-17: Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?

Tagged under: