Loading…

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0

Il “si” di Gesù

Il cammino di Avvento porta ora alla nostra attenzione l’adempiersi del progetto di Dio attraverso l’adesione, il coinvolgimento, la risposta delle persone, a cominciare da quella del “figlio dell’uomo”.

Quando guardiamo al passato di una persona ci viene facile ricordarla dimenticando i suoi passaggi, le sue scelte, i suoi dubbi, le sue motivazioni … come se tutto fosse facile, semplice, chiaro … Tacendo le difficoltò e le motivazioni dell’altro anche noi siamo portati a non esaminarci sulle nostre …

Questo rischio vale anche nei confronti di Gesù, “figlio dell’uomo” e “figlio dell’Altissimo”, al punto da ritenere facile sia essere “uomo” sia essere Dio. La lettera agli Ebrei, oggi, ci invita chiaramente a porre attenzione al suo “ecco, io vengo”!

Perché il “si” al progetto di Dio non è facile e scontato per nessuno, neanche per il “figlio dell’Altissimo”! Ed anche il modo di essere “con noi” scelto da Gesù diventa per noi occasione di comprendere le sue motivazioni, il suo cuore, il suo “essere figlio dell’Altissimo”.

La tradizione ambrosiana ci offre la chiave per legare chiaramente l’incarnazione alla resurrezione e a tutta la vita di Gesù ponendo proprio al centro dell’avvento “l’ingresso del Messia” a Gerusalemme, “seduto su un’asina e su un puledro”.

Questa scelta di Gesù rende evidenti le sue motivazioni, da un lato, e manifesta, dall’altro, il contrasto con le nostre usanze e le nostre abitudini, con la nostra ricerca di primeggiare, di prevalere, di affermare, di imporre, di esaltare … e non di “servire”!

Il “si” e le motivazioni di Gesù ci sono offerti, oggi, come criterio per esaminarci e per orientare, a sua immagine, il nostro cammino; non ci sono dati per suscitare stupore ma per accorgerci, non per acclamare al re ma per cogliere la sua presenza nei piccoli, non per additarlo agli altri ma per fargli spazio nel nostro cuore e nella vita del mondo, non per ricordare il passato ma per guardare al futuro, non per aspettare il natale ma per camminare “nell’attesa della sua venuta” (alla fine dei tempi!).

Buon cammino di Avvento!

Domenica L’ingresso del Messia – quarta domenica di Avvento – 7/8 dicembre
1.a lettura Isaia 40, 1-11: Sali su un alto monte, tu che annunci liete notizie a Sion!
2.a lettura Ebrei 10, 5-9a: Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: “Ecco, io vengo – poiché di me sta scritto nel rotolo del libro – per fare, o Dio, la tua volontà”».
Vangelo Matteo 21, 1-9: «Dite alla figlia di Sion: Ecco, a te viene il tuo re, mite, seduto su un’asina e su un puledro, figlio di una bestia da soma».