Loading…

ORARIO ESTIVO E NUOVO ORARIO DAL 1 SETTEMBRE 2020

Da leggere con cura! Nuovo orario estivo dal 18 luglio al 31 agosto 2020 e nuovo orario delle celebrazioni in vigore dal 1 settembre 2020

Info
  • 0

Annuncio alla comunità pastorale di Sant’Eusebio riguardo al trasferimento di don Giuseppe ad altro incarico e dell’invio di don Giovanni Sormani come residente con incarichi pastorali

Durante il consiglio pastorale della nostra comunità pastorale dello scorso 4 giugno, il Vicario di Zona, don Giuseppe Vegezzi, a nome dell’Arcivescovo Mario ha comunicato che don Giuseppe Cadonà, dal 1° settembre 2020, sarà chiamato ad un nuovo incarico che comprende la pastorale giovanile e la responsabilità di una scuola parrocchiale. Il luogo di destinazione è già deciso ed è stato comunicato a don Giuseppe. Sarà reso pubblico non appena possibile.

Ha inoltre comunicato che il ruolo di don Giuseppe nella pastorale giovanile delle nostre comunità viene affidato a don Emilio che lavorerà con l’aiuto e il supporto dei genitori e degli educatori che in questi anni hanno collaborato con don Giuseppe, e con tutti coloro che desiderano spendersi per i nostri giovani. Ci sarà anche l’aiuto dell’incaricato decanale di pastorale giovanile.

Ha infine annunciato che, sempre dal 1° settembre, sarà presente nella nostra Comunità Pastorale don Giovanni Sormani che conclude il suo servizio di parroco a Carnago. Don Giovanni risiederà a Barasso e aiuterà per la celebrazione delle Messe, per la pastorale dei malati e in altri ambiti che verranno concordati con lui in seguito.

L’invito per la nostra comunità è anzitutto quello alla gratitudine a don Giuseppe per il dono della sua presenza in questi 6 anni, prima da diacono e poi da prete, e per ciò che abbiamo ricevuto tramite lui. Lo accompagniamo inoltre con la preghiera e l’amicizia nelle nuove responsabilità che la Chiesa di Milano gli affida.

Come comunità siamo invitati ad accogliere nella fede questo nuovo e non facile passo che la Chiesa ci chiede. Siamo certo consapevoli che dovremo veramente raccoglierci attorno al Signore e scegliere di metterci tutti insieme con fiducia e libertà di cuore a servizio del Signore e della nostra comunità, ma siamo altrettanto certi che il suo Spirito non smette di parlare e guidarci così da essere comunità di discepoli che si aiutano a vivere il Vangelo e a testimoniarlo nell’oggi.

Accogliere questo cambiamento nella fede non è censurare sentimenti ed emozioni, ma è incanalarli nella certezza che il cammino che si apre non sarà facile, ma fecondo e bello perché sempre segnato dall’amore del Signore per noi. Ci è chiesto, così, di ascoltare senza pregiudizio le ragioni dietro alla difficile e preparata scelta del Vescovo, e di non lasciarsi andare a reazioni che non aiutano il discernimento comune e il cammino condiviso dietro al Signore.

Sempre nella fede, domandiamo di essere docili e disponibili allo Spirito che sempre guida le Chiese e suscita nuovi carismi perché il Vangelo sia sempre annunciato e vissuto nell’oggi di ogni persona.

Il responsabile di comunità pastorale

don Emilio